Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
18 gen 2022

Bolletta della luce a Fano: "Cinquemila euro per 26 giorni"

La denuncia di Leonardo Vitali, contitolare del Pino Bar: "La situazione non è più sostenibile. Nemmeno aumentando i prezzi"

18 gen 2022
anna marchetti
Cronaca
featured image
Leonardo Vitali, contitolare del Pino Bar di Fano
featured image
Leonardo Vitali, contitolare del Pino Bar di Fano

Fano, 18 gennaio 2022 - Caro bollette: il costo dell’energia elettrica schizza alle stelle. Ne sa qualcosa Leonardo Vitali, contitolare del Pino Bar, che denuncia come gli incrementi siano già evidenti nelle bollette della luce di ottobre e novembre 2021: "A ottobre ho pagato 6.200 euro, a novembre (per 26 giorni) la fattura è stata di 5.091 euro, contro una media di 3400 euro pagati da gennaio a settembre del 2021". "Il governo intervenga – aggiunge Vitali – e le associazioni di categoria, quelle che ci rappresentano, facciano sentire la loro voce. Già noi commercianti abbiamo subito le conseguenze del decreto Bersani sulla liberalizzazione delle licenze commerciali: la mia licenza acquistata per 150milioni di lire oggi vale 16 euro. Come mai la liberalizzazione non ha funzionato con i taxisti? Perché loro hanno protestato, mentre i baristi e i ristoratori troppo spesso pensano ognuno per il proprio orticello. Ecco perché ora, in vista dei rincari di luce e gas, le associazioni, soprattutto a livello nazionale, devono far sentire la loro voce". È allarme rosso tra i baristi e i ristoratori per gli aumenti delle utenze che da marzo dovrebbero essere ancora più pesanti. "Potremmo anche aumentare il prezzo del caffè o del cappuccino – fa presente Vitali – che si fa portavoce del malessere della sua categoria – ma non è questa la soluzione. L’eventuale maggiorazione del prezzo dei nostri prodotti non servirà a coprire gli aumenti delle utenze (luce, gas e acqua) e soprattutto non farà crescere il numero dei clienti, che è quello di cui abbiamo bisogno. Prima in tanti si sedevano ai tavoli per consumare il gelato in coppa, adesso comprano un cono in due e chiedono il doppio cucchiaino. Sa cosa vuol dire? Che un cono gelato lo mangiano in due". Vitali già a ottobre aveva lanciato l’allarme ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?