Quotidiano Nazionale logo
9 mag 2022

Che festa al Poderino "Bambini alla conquista..."

Piazza Unità d’Italia trasformata in un parco giochi. Brunori: "Torniamo alla vita"

La piazza viva e festosa del quartiere Poderino ha dato il via, ieri pomeriggio, al "maggio tutto da giocare", iniziativa che toccherà anche gli altri rioni della città. I molti bambini che hanno partecipato non credevano ai loro occhi, stupiti dalle varie occasioni di divertimento. Dal tiro con l’arco a quello con la pistola a raggio laser, passando per l’esilarante gioco dell’oca, disegnato dal noto fumettista John Betti, che ha guidato i bambini lungo il percorso, che si snoda per le strade di Fano, disegnate su un enorme telo, toccando tutti i luoghi simbolo. Ma molti altri divertimenti hanno affascinato i più piccoli, che si sono cimentati in veri e propri sport, grazie alle associazioni cittadine, che hanno attrezzato le aree della piazza trasformandole in campi da gioco.

In scena anche la clownterapia del sodalizio "I Claun Orsotti di Camilla", che ha promosso la terapia degli abbracci, assieme alla comunità ucraina, che ha invece distribuito composizioni floreali, in segno di pace, mentre i piccoli disegnavano con i pastelli la bandiera nazionale azzurra e gialla.

Dunque una Piazza Unità d’Italia non solo di nome ma anche di fatto, giacché è diventata per un giorno, oltre a luogo di svago per i bimbi, anche una preziosa occasione di incontro e di confronto sui temi della solidarietà e dello scambio interculturale. Soddisfatto l’assessore al Decoro urbano, Barbara Brunori (foto), che ha sottolineato che l’iniziativa è anche merito dell’associazione di quartiere, che ha coordinato la partecipazione degli altri sodalizi, ciascuno dei quali ha portato contenuti e iniziative molto apprezzate. Etienn Lucarelli, assessore allo Sviluppo turistico e agli Eventi, ha gradito la sentita partecipazione: "Finalmente la città è ripartita, grazie a questa piazza gremita, prima adibita a parcheggio e ora invece pulsante di vitalità. Ciò dimostra la voglia di tornare a vivere, dopo la pandemia, e noi continueremo a offrire altre opportunità di incontro e svago".

Infine Lucarelli ha evidenziato il valore formativo dello sport: "Ringrazio le associazioni cittadine, che hanno dato modo ai bambini di avvicinarsi ai diversi sport, che aiutano l’educazione al sano agonismo e al rispetto delle regole".

Marco D’Errico

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?