Controllo della vista nei bambini. Emergono 19 patologie importanti

Si è concluso lo screening negli asili cittadini: su 482 visite, segnalati problemi in 46 casi, quasi il 10%.

Controllo della vista nei bambini. Emergono 19 patologie importanti

Controllo della vista nei bambini. Emergono 19 patologie importanti

Quattro oculisti per 482 visite negli asili fanesi e un importantissimo risultato di prevenzione per bimbi e famiglie. L’iniziativa di screening gratuito messa in campo per il secondo anno consecutivo dalla Fondazione Carifano, in collaborazione con l’Ordine dei Medici di Pesaro e Urbino, ha infatti permesso quest’anno di rilevare 19 casi di patologie importanti agli occhi che sarebbero state scoperte molto più tardi, rendendo più difficile la loro correzione. Perché si contano sulle dita di una mano i bambini della fascia di età 4/5 anni che lamentano spontaneamente problemi alla vista, permettendo così al pediatra e ai genitori di individuare la necessità di una visita specialistica. "Ecco perché finanziamo questa iniziativa importantissima - ha sottolineato il presidente della Fondazione, Giorgio Gragnola - che non solo evidenzia problematiche ma accompagna le famiglie in un percorso di cura".

"Lo screening oculistico – spiega il presidente dell’Ordine, Paolo Battistini - si avvale della collaborazione di una importante ditta di ottica, la Salmoiraghi-Viganò che ha da subito creduto nel progetto mettendo a disposizione la strumentazione necessaria. Scopo principale dello screening è stato la prevenzione dell’ambliopia, il cosiddetto ’occhio pigro’, il cui trattamento è efficace solo se iniziato in età precoce. Ma la presenza di specialisti dotati di strumentazioni moderne ha consentito di rilevare anche eventuali difetti refrattivi (miopia, ipermetropia e astigmatismo) così da permetterne la loro correzione". Hanno aderito allo screening il 100% delle scuole paritarie (2 scuole) e comunali (7 scuole) e il 75% delle scuole statali (9 scuole su 12) per un totale di 482 alunni visitati di cui 46 (il 9,5%) sono stati segnalati con problemi e di questi ben 19 sono stati inviati a visita urgente di secondo livello in ospedale. "Ai genitori è stato consegnato un documento con l’esito della visita - conclude Battistini -. Ringrazio Giacomo Pellegrini, direttore di Oculistica del nostro ospedale che ci ha permesso di inviare subito i bambini con patologie più gravi in ospedale per una visita di secondo livello. Prova di un’importante collaborazione con il Sistema sanitario".

Tiziana Petrelli