Lo sportello di Ubi Banca di Mondavio, in via Streitel, appena fuori il centro storico
Lo sportello di Ubi Banca di Mondavio, in via Streitel, appena fuori il centro storico

Mondavio (Pesaro), 22 gennaio 2020 - Fanno esplodere il roller cash e scappano con un bottino di quasi 20mila euro. Colpo andato a segno, l’altra notte, all’Ubi Banca di Mondavio, in via Streitel, appena fuori il centro storico. I malviventi hanno agito verso le 3 e mezza. Prima hanno forzato la porta usata dai clienti in carrozzina, a fianco della bussola con metal detector, e poi hanno preso di mira il roller cash, cioè il dispositivo di sicurezza per la protezione e la gestione delle banconote nel quale il personale di cassa preleva e deposita il contante.

Per far saltare l’apparecchiatura - che ha la caratteristica di essere temporizzata, aprendosi solo durante l’orario d’ufficio e se c’è un’operazione in corso - la banda ha utilizzato quasi certamente la cosiddetta ‘tecnica della marmotta’ che prevede l’impiego di polvere pirica e di un innesco elettronico radiocomandato. La deflagrazione ha consentito ai delinquenti, sicuramente specializzati in questo tipo di crimine, di mettere le mani su tutto il denaro, di diverso taglio, presente al suo interno.

L’entità precisa del bottino è stata quantificata in 18.800 euro. Arraffati i soldi, i ladri sono scappati a piedi attraverso i terreni dietro alla banca e poi hanno proseguito per circa due chilometri e mezzo a bordo di una Fiat Panda rubata a Fratte Rosa la stessa notte e ritrovata abbandonata ieri mattina dai carabinieri in località Monte Ricco. Qui, di sicuro, c’era un altro mezzo ad attenderli, con il quale si sono dileguati in maniera definitiva, scendendo con tutta probabilità verso la statale 424 Della Valcesano e forse raggiungendo l’autostrada.

Oltre ad aver distrutto il roller cash, l’esplosione ha procurato danni anche a parte dell’arredamento e ha fatto staccare alcuni elementi del controsoffitto. Sul posto, pochi istanti dopo il botto e l’avvio del sistema dall’allarme, è arrivata una pattuglia dei carabinieri di Mondavio comandati dal luogotenente Pasquale Castigliego, a cui sono affidate le indagini. Dalle prime notizie non sembrano esserci testimoni oculari e le immagini delle telecamere interne dell’istituto di credito (quella esterna è stata oscurata con della vernice) avrebbero visualizzato solo alcune ombre, forse di tre, quattro, soggetti. Un colpo ad un roller cash era stato messo a segno nella vicina sede del Banco Marchigiano di San Michele al Fiume nel giugno scorso. Allora i malviventi fuggirono con 8mila euro.