Fano, la polizia blocca la gita scolastica: il pullman ha una gomma liscia
Fano, la polizia blocca la gita scolastica: il pullman ha una gomma liscia

Fano (Pesaro e Urbino), 5 marzo 2019 - Al via, da qualche giorno, i controlli della Polizia stradale sui pullman delle gite scolastiche, che si concentrano proprio nel periodo da marzo a giugno. Ieri mattina, intorno alle 11, a Fano la prima verifica della stagione nel parcheggio di viale Kennedy dove si erano dati appuntamento gli studenti della VA dell’istituto tecnico Battisti in partenza per Bologna da dove, nel pomeriggio, hanno preso l’aereo per Barcellona, loro meta finale. «Sotto esame» da parte degli agenti della Polstrada, guidati dal comandante provinciale Antonio Colantuono (sono intervenute tre pattuglie) il pullman che avrebbe dovuto portare i 20 studenti nel capoluogo emiliano.

Poiché è stata rilevata dagli agenti una gomma liscia, il mezzo non è stato autorizzato alla partenza, ma in tempi celeri è giunto, inviato dalla ditta di Cattolica, un autobus sostitutivo. «Li ringrazio per i controlli, per noi è la prima volta che ci viene fatto un rilievo dalla Polstrada di Pesaro o di Rimini – commenta il titolare dell’azienda Bartolomeo Salvadori –. Ieri hanno trovato che una delle gomme del carrello aggiuntivo del pullman, quella di destra, era un po’ liscia nella parte interna, non facilmente visibile e per questo sfuggita ai controlli. Il resto era tutto in regola».

La Polstrada ha elevato una multa di 87 euro, il pullman è stato portato in officina per la sostituzione della gomma, mentre per il trasporto degli studenti la ditta ha velocemente inviato un mezzo sostitutivo. Anche questo è stato controllato dalla Polstrada, verificato che era tutto in regola, gli studenti accompagnati dagli insegnanti Daniele Serretti (Italiano) e Donatella Virgulti (Francese), sono partiti alla volta di Bologna. Nessuna preoccupazione per il piccolo ritardo nella tabella di marcia anche perché l’aereo era in partenza dal Marconi alle 16.55. Un fuori programma a vantaggio della sicurezza accolto positivamente dai genitori che, ieri mattina, avevano accompagnato i figli in piazzale Kennedy. In questo periodo dell’anno (da marzo a giugno) in provincia ci sono innumerevoli partenze che impegnano la Polizia Stradale in numerosi controlli anche se le ditte della zona sono considerate molto affidabili. Come scattano le verifiche? Oltre che su iniziativa della Polstrada sono le stesse scuole, sulla base della convenzione tra Miur e Polizia di Stato, a segnalare i viaggi d’istruzione agevolando in questo modo, il calendario dei controlli. Tra l’altro quando il viaggio è piuttosto lungo, la Polstrada, oltre al momento della partenza, può organizzare verifiche lungo l’itinerario.