Incidente a Fano, l'auto semidistrutta dopo lo schianto
Incidente a Fano, l'auto semidistrutta dopo lo schianto

Fano (Pesaro e Urbino), 24 gennaio 2020 - Aveva appena salutato la moglie, dicendole che sarebbe andato a Fano per svolgere una commissione. Dopo qualche minuto, intorno alle otto di ieri mattina, mentre si stava immettendo sulla statale Adriatica, nella frazione di Metaurilia, lo spaventoso schianto con una Land Rover, condotta da una fanese di 40 anni, che viaggiava in direzione sud. Alfio Anniballi, 70 anni, sposato e padre di tre figlie, in seguito al violento impatto è stato sbalzato fuori dall’auto, finendo sul selciato, a qualche metro dalla sua Hyunday, all’altezza della chiesa.

Lo hanno soccorso i sanitari del 118 che, considerate le gravi condizioni, ne hanno disposto l’immediato trasferimento in eliambulanza all’ospedale regionale di Torrette di Ancona. Una tragica e beffarda fatalità ha voluto che l’incidente avvenisse nello stesso punto in cui morì in passato il padre Oddo, di 70 anni anche lui, mentre 500 metri più avanti, in direzione di Fano, morì lo zio 40enne, Nazareno Cecchini. «Mio marito è rimasto cosciente – ha riferito la moglie, accorsa ieri mattina al capezzale del coniuge nel nosocomio anconetano – ma non ricorda nulla di quanto successo dopo lo schianto. Grazie a Dio riesce a parlare e, nonostante le fratture, spero che guarirà presto. Quella strada, come abbiamo denunciato tante e tante volte in passato, è molto pericolosa e si dovrebbe fare qualcosa di concreto per renderla più sicura». 

Stando a una prima ricostruzione dello schianto, ancora al vaglio degli agenti della polizia locale, coordinati dalla comandante, Anna Rita Montagna, la Hyunday si sarebbe immessa da una stradina laterale, sul lato opposto alla chiesa, dove abita Anniballi, mentre da Fano sopraggiungeva la Land Rover. L’impatto è stato molto violento, tanto da far carambolare a diversi metri le due vetture, che hanno terminato la corsa nel mezzo dalla carreggiata. Poco dopo sono giunti sul posto i vigili del fuoco, che hanno messo in sicurezza i mezzi, tre pattuglie della Municipale per la gestione della circolazione, deviata su unica corsia fino al termine dei rilevi, e due ambulanze del 118. L’eliambulanza è atterrata nel volgere di pochi minuti, in un campo nelle vicinanze. Il ferito è stato trasportato a bordo del mezzo di soccorso, partito alla volta dell’ospedale regionale di Torrette di Ancona, dove è stato ricoverato in prognosi riservata. Solo lievi contusioni, invece, per la conducente della Land Rover, trasportata al Santa Croce e dimessa in mattinata. Non è escluso che i conducenti delle auto siano stati abbagliati dal sole, che al momento dell’incidente era ancora basso sull’orizzonte, oppure che la Hyunday non abbia dato la precedenza alla Land Rover. 

Lo chiariranno gli agenti della polizia locale, che hanno effettuato accurati e prolungati rilevi, ascoltando anche alcuni testimoni. Alfio Anniballi, che in passato ha fatto il saldatore e l’imbianchino, è molto conosciuto a Metaurilia e in città, dove ogni anno partecipa al Carnevale sul famosissimo carro «Musica arabita». In passato è stato anche impegnato nelle varie battaglie in favore della borgata, sia riguardo le condizioni delle strade che relativamente alla realizzazione delle scogliere. Sono tanti gli amici che sono in apprensione per lui e che hanno contattato la famiglia per avere notizie sulle sue condizioni di salute. 

Il luogo dell'incidente