Cagli, salvato un pensionato
Cagli, salvato un pensionato

Cagli (Pesaro), 17 novembre 2019 - Era andato a mangiare ieri in un ristorante lungo la strada per il monte Petrano, a mille metri d'altitudine. Al rientro a Cagli, dove abita da solo, intorno alle 18.30, si è ribaltato in un tornante col suo motocarro Ape Piaggio finendo in un fossato. Da dove non è riuscito a dare l'allarme né a muoversi, benché fosse rimasto lucido.

Un pensionato cagliese di 87 anni, invalido, ha rischiato di morire per il freddo più che per la botta avuta in seguito all'uscita di strada. A salvarlo è stato l'allarme lanciato alle 21.40 da parenti che non lo hanno visto tornare.

Così i carabinieri delle stazioni di Cagli e Cantiano si sono messi alla ricerca del pensionato sapendo che era ripartito dal ristorante 'II grillo parlante' del monte Petrano intorno alle 18. In base all'ultima cella telefonica agganciata, le ricerche si sono concentrate in un punto del percorso che la nebbia rendeva comunque difficile da scandagliare. Un carabiniere ha poi visto, malgrado la nebbia, delle tracce di ruote nell'erba. Guardando meglio, i soccorritori si sono accorti dell'Ape ribaltato in un fianco a circa quindici metri più in basso. All'interno c'era l’87enne, vivo ma in stato di semi incoscienza, che non rispondeva alle prime sollecitazioni dei militari.

L'uomo era completamente bagnato e in stato di ipotermia. Estratto e disteso a terra sulle giacche dei militari, che lo hanno poi coperto con altri indumenti, sono arrivati sul posto i vigili del fuoco di Cagli e il 118 che lo hanno poi riportato in superficie e trasportato al pronto soccorso di Urbino. Lì è stato ricoverato in osservazione per gli accertamenti del caso. Le sue condizioni sono buone malgrado sia rimasto per almeno 4 ore sotto la pioggia battente piegato nell'Ape appoggiato in un fianco. Forse già da oggi verrà dimesso.