Da sinistra, il presidente della Fondazione Giorgio Gragnola, il segretario Vittorio Rosati, il maestro Sauro Nicoletti, Claudio Giardini e Giuliano Giuliani
Da sinistra, il presidente della Fondazione Giorgio Gragnola, il segretario Vittorio Rosati, il maestro Sauro Nicoletti, Claudio Giardini e Giuliano Giuliani
di Anna Marchetti Fano lancia un concorso per giovani clarinettisti: aderiscono da tutta Italia e da Grecia, Spagna e Finlandia. Per gli organizzatori (l’associazione Arte e Musica e la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano) l’alto numero di adesioni (33 concorrente) "ha già decretato il successo di questa prima edizione del concorso internazionale per strumenti a fiato: ne andiamo orgogliosi. Non ci aspettavamo un riscontro così importante, di solito nelle prime edizioni le adesioni non sono mai più di 10-12". Di quei 33 partecipanti ne sono stati selezionati 16 che si esibiranno oggi e domani dalle 10 alle...

di Anna Marchetti

Fano lancia un concorso per giovani clarinettisti: aderiscono da tutta Italia e da Grecia, Spagna e Finlandia. Per gli organizzatori (l’associazione Arte e Musica e la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano) l’alto numero di adesioni (33 concorrente) "ha già decretato il successo di questa prima edizione del concorso internazionale per strumenti a fiato: ne andiamo orgogliosi. Non ci aspettavamo un riscontro così importante, di solito nelle prime edizioni le adesioni non sono mai più di 10-12". Di quei 33 partecipanti ne sono stati selezionati 16 che si esibiranno oggi e domani dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 16.30 alla Pinacoteca San Domenico.

Una prima scrematura è stata fatta in streaming, ascoltando i brani dei concorrenti: "Per l’alta qualità dei partecipanti, non è stato facile – ha spiegato il maestro Nicoletti – sceglierne 16". Adesso i selezionati, – tutti giovanissimi (l’età media è 23 anni) si va da un minimo di 18 anni da un massimo di 27 anni (7 ragazze e 9 ragazzi) – saranno sottoposti ad una vera e propria audizione, alla quale potrà partecipare anche il pubblico, da parte di una giuria formata da 5 maestri d’eccezione: Fabrizio Meloni primo clarinetto dell’Orchestra della Scala, Ettore Maria Baroni primo clarinetto dell’Orchestra della Rai di Torino, Giuliano Giuliani, oboe e corno inglese del Teatro Comunale di Bologna, Michele Mangani, vice direttore del Conservatorio di Pesaro e Sauro Nicoletti, presidente di giuria. "Siamo riusciti a portare a Fano –ha commentato il maestro Nicoletti – il massimo che esiste a livello europeo nel campo del clarinetto".

Tutti i giovani concorrenti saranno accompagnati nelle loro esibizioni da due pianisti: un marchigiano e un giapponese messi a disposizione dall’organizzazione. Al termine delle audizioni saranno decretati i tre vincitori che avranno diritto ai premi, messi in palio dal concorso (2500 euro per il primo classificato, 1500 per il secondo, 500 euro per il terzo) e si esibiranno nel pomeriggio di domenica in un concerto aperto al pubblico.

Sempre domenica, ma nella mattinata si potrà visitare la mostra di clarinetti che sarà allestita dall’azienda Buffet Crampon, un’azienda francese produttrice di clarinetti a livello mondiale, alla Pinacoteca San Domenico. Sull’entusiasmo di questa prima edizione, l’associazione Arte e Musica e la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano pensano già a ripetere l’esperienza negli anni futuri, cambiando ogni volta lo strumento a fiato.

"Una manifestazione – ha ribadito Nicoletti – che non si sarebbe organizzata senza l’apporto fondamentale della Fondazione". "Fano per qualche giorno – ha commentato il presidente della Fondazione Giorgio Gragnola – sarà al centro dell’attenzione internazionale grazie al concorso degli strumenti a fiato. Siamo alla prima edizione, ma le 33 domande di partecipazione dimostrano l’interesse per la manifestazione. Tra l’altro abbiamo avuto anche tre partecipanti dall’estero. Penso che il successo – ha concluso Gragnola – sia dovuto alla presenza di musicisti di primissimo livello che fanno parte della giuria".