Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
2 giu 2022

Lasciò il compagno violento Ora lo affronterà in tribunale

2 giu 2022

Atti di autolesionismo, offese, schiaffi, sputi, calci e telefonate a tutte le ore, fino a 40 in un giorno. Tutto perché sarebbe stato geloso di lei, della sua convivente e mamma del loro bimbo di 7 anni. Due occhi innocenti a cui non sarebbero state risparmiate violenze e sangue. Come la volta in cui ha afferrato un coltello da cucine si è ferito all’avambraccio. Un gesto con cui avrebbe voluta impietosire la compagna e convincerla a tornare insieme con lui. E invece lei, una 34enne fanese, ha deciso di dire basta e ha denunciato l’ex compagno per maltrattamenti aggravati. L’uomo, un 28enne pesarese ma residente a Fano (difeso dall’avvocato Alessandra Angeletti) rischia ora il processo. La procura ha chiesto infatti il rinvio a giudizio. Nei prossimi giorni, il gip Giacomo Gasparini deciderà se accogliere o meno la richiesta dell’accusa. Secondo la denuncia, i maltrattamenti si sarebbero verificati tra il 2017 e ottobre 2021, quando la donna decide di sporgere querela. E dal suo racconto, emerge un’escalation di violenze di ogni tipo. Da quelle verbali, con insulti tipicamente rivolti alle donne, alle fisiche. Sia su di lei, che sarebbe stata più volte aggredita, picchiata, afferrata per il collo, che sulle cose. Il tutto spesso sotto gli occhi del figlio. E quando lei ha deciso di chiudere la storia, lui si è fatto sempre più geloso. Fino a tempestarla di chiamate, arrivando a 40 in un giorno. Se finirà a processo, i due si affronteranno di nuovo, ma in aula e davanti al giudice.

e. ros.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?