Fano, 11 luglio 2018 - Strade trappola. È finito con la ruota anteriore in una buca ed è stato disarcionato dalla moto. Ora versa in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione del policlinico di Ancona, ma non è in pericolo di vita Marco Talamelli, 29 anni il prossimo 17 agosto, figlio dell’altrettanto noto Mauro con cui condivide il lavoro di bagnino ai Bagni La Baia, a Baia Metauro. Erano circa le 20 quando il giovane centauro di Rosciano si è fermato al Bar Arcobaleno di Carrara per comprare un pacchetto di sigarette. Dopo essere ripartito ha fatto in tempo a fare pochi metri e si è ritrovato sulla strada una buca che non ha visto e gli ha fatto perdere il controllo della moto. Questo ha raccontato ai familiari.

Lo schianto conseguente è stato pauroso tanto che i residenti della zona sono usciti di casa e si sono riversati lungo la Flaminia, richiamati dal boato. Poco distante dal Ristorante Da Farina, riverso al suolo, c’era Talamelli che perdendo il controllo della sua motocicletta era andato prima ad impattare contro una pianta e poi contro una recinzione. Il suo cavallo d’acciaio, una MV Agusta Brutale 800, invece, ha proseguito la sua corsa solinga, per un’altra ventina di metri, strisciando nel bel mezzo della carreggiata dove si è fermata. All’arrivo dei sanitari del 118 le condizioni del ragazzo, che stava viaggiando in direzione monte-mare, sono apparse subito molto gravi, soprattutto nell’emilato destro. Per questo è stato trasportato d’urgenza al policlinico di Torrette di Ancona, in ambulanza.

Erano le 22.48 quando il padre Mauro, dal pronto soccorso del nosocomio anconetano dove si doveva ancora chiarire il quadro clinico del figlio, ha cercato conforto alle sue paure invitando tutti a pregare per Marco: «Maledetta moto, forza Marco», ha scritto sul suo profilo Facebook, aggiungendo poi ai tanti che sono piombati nella più nera disperazione, «Marco ha avuto un incidente con la moto, è in ospedale in Ancona e lo stanno operando. Gamba, bacino e braccio destro rotti: è da verificare se ci sono lesioni interne. Speriamo e preghiamo per lui....». Un’operazione delicata che si è protratta fino alle prime ore dell’alba. Era ancora notte fonda quando una delle sorelle di Marco ha tranquillizzato amici e parenti, sempre con un messaggio su Facebook: «Nessuna lesione interna, fortunatamente. Lo stanno operando, grazie a tutti». Nessuna emorragia interna, ma diverse fratture a braccia, gambe e bacino. Il referto medico parla anche di un trauma facciale e un versamento ad un polmone.