Marotta, un uomo è morto in spiaggia (foto d'archivio Bove)
Marotta, un uomo è morto in spiaggia (foto d'archivio Bove)

Marotta (Pesaro e Urbino), 10 agosto 2019 - Due malori in acqua hanno caratterizzato l'avvio di questa giornata a Marotta. Prima un turista torinese di 80 anni, trovato senza vita in acqua, avanti alla spiaggia 'Isassisotto'. Poi il dramma di una ragazzina di 13 anni che ha perso i sensi in acqua nella spiaggia libera tra gli stabilimenti Stone Beach e Blue Beach, nei pressi del residence Le Vele. 

Erano le 11.30 circa quando la madre, che passeggiava con lei in acqua, ha sentito improvvisamente un tonfo. "Sembrava morta - dice ancora scosso il bagnino Raffaele Tinti - per fortuna c'era un'infermiera che le ha immediatamente praticato il massaggio cardiaco. Poi è arrivata la Cri di Marotta con la bombola di ossigeno per rianimarla. Perchè non respirava. Quando l'hanno stabilizzata l'hanno portata all'Ospedale di Fano". Da qui poi di corsa al Salesi di Ancona, specializzato nelle cure ai giovanissimi pazienti. 

E' un'infermiera del 118 di Perugia la donna intervenuta per salvare con il massaggio cardiaco la ragazzina, una turista italiana, che ha rischiato di annegare in mare a Marotta. Anche lei è in vacanza qui. Il dramma che si stava compiendo è stato infatti visto anche dal personale di servizio di una struttura ricettiva li vicino. E così l'infermiera, con lunga esperienza maturata all'ospedale di Perugia, si è precipitata a prestare soccorso. "L'infermiera perugina - come riferisce una nota dell'ospedale - ha informato di quanto accaduto il responsabile infermieristico della centrale regionale del 118 Giampaolo Doricchi che si è messo in contatto con i colleghi del capoluogo marchigiano. Dai quali ha appreso che l'adolescente è stata ricoverata in rianimazione con riserva di prognosi".