Il premio "Ho l’Africa nel cuore" quest’anno sarà alla memoria dell’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio, ucciso lo scorso 22 febbraio a Goma. Sarà questo uno dei momenti più significativi della 24esima edizione della Settimana Africana Regionale, in programma dal 26 settembre al 2 ottobre. Il premio, nella "Notte nera" di sabato 2 ottobre al Bastione Sangallo sarà consegnato alla moglie dell’ambasciatore Zakia Saddiki, cofondatrice insieme al marito dell’associazione Mama Sofia che aiuta migliaia di...

Il premio "Ho l’Africa nel cuore" quest’anno sarà alla memoria dell’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio, ucciso lo scorso 22 febbraio a Goma. Sarà questo uno dei momenti più significativi della 24esima edizione della Settimana Africana Regionale, in programma dal 26 settembre al 2 ottobre. Il premio, nella "Notte nera" di sabato 2 ottobre al Bastione Sangallo sarà consegnato alla moglie dell’ambasciatore Zakia Saddiki, cofondatrice insieme al marito dell’associazione Mama Sofia che aiuta migliaia di bambini di strada congolesi. Nata nel 1998 da un’idea di Italo Nannini, fondatore dell’associazione L’Africa Chiama, la Settimana Africana Regionale ha l’obiettivo di "accendere i riflettori sull’Africa, il continente più dimenticato ed oppresso". Questo è anche l’obiettivo dell’iniziativa "Il mondo che vorrei" che vedrà sparse per la città di Fano locandine che parlano dei diritti (istruzione, accoglienza, salute, inclusione, sviluppo e alimentazione) sui quali è impegnata ogni giorno L’Africa Chiama, con interventi concreti e mirati in Kenya, Tanzania e Zambia. "Progetti – ha ricordato Raffaella Nannini – che non si fermano grazie ai volontari del servizio civile che sono lo sguardo sul posto della nostra associazione: ne sono partiti 6 ad agosto (2 in Kenya, 2 in Tanzania e 2 in Zambia)". Tanti gli eventi in programma, con ospiti di rilievo nazionale, che quest’anno si svolgeranno tra Fano, Pesaro e ad Ancona, presenti ieri mattina dall’Africa Chiama insieme all’assessore al Welfare Dimitri Tinti e al consigliere regionale Luca Serfilippi. Si parte domenica 26 settembre con la Camminata sui Colli fanesi: appuntamento alle 10 all’Eremo di Montegiove, mentre alla stessa ora all’oratorio S.Orso si svolge il torneo di calcio "Fratelli di sport" in memoria di Italo Nannini. Sempre domenica la manifestazione accoglierà il primo ospite, il professore Guido Barbujani, genetista e scrittore, che dialogherà sul tema "Perché non possiamo non dirci africani". Non mancheranno gli incontri on line in diretta sulla pagina facebook de L’Africa Chiama, inaugurati lunedì 27 settembre con il libro "Sulle tracce di Livingstone. Storia di Zambia e Malawi e degli italiani che vi hanno viaggiato".

Gli incontri proseguiranno con scrittori e docenti universitari quali la fumettista e illustratrice Takoua Ben Mohamed (a Fano, martedì 28 settembre), Mauro Gallegati ( Ancona, mercoledì 29), Maurizio Ambrosini (a Pesaro, giovedì 30 settembre) e la scrittrice somala Ubah Cristina Ali Farah con il suo romanzo, "Le stazioni della luna". Il programma completo sul sito della manifestazione.

an. mar.