Quotidiano Nazionale logo
28 apr 2022

Terna assicura: "Amplieremo il monitoraggio"

Incontro a Carrara con i residenti. Si rileverà l’impatto del rumore anche sulle case più lontane. Ma proprio ieri era tutto silenzioso

I tecnici di Terna a Carrara dove hanno incontrato i residenti per parlare dell’Adriatic link
I tecnici di Terna a Carrara dove hanno incontrato i residenti per parlare dell’Adriatic link
I tecnici di Terna a Carrara dove hanno incontrato i residenti per parlare dell’Adriatic link

Centrale elettrica e stazione di conversione: faccia a faccia dei cittadini di Carrara con i tecnici di Terna. Sebbene l’incontro di ieri pomeriggio (erano presenti anche il sindaco Massimo Seri e il vicesindaco Cristian Fanesi) fosse organizzato per parlare di Adriatic Link (l’elettrodotto a corrente continua che unirà Marche e Abruzzo su cui Terna investirà un miliardo di euro), per più di un’ora si è discusso del rumore proveniente dalla centrale elettrica esistente (proprio ieri però il rumore non c’è quasi mai stato). Il tema era già stato al centro dell’incontro di una settimana fa. In quella occasione Terna (società che gestisce la rete elettrica nazionale) si era impegnata a monitorare le abitazioni più vicine alla centralina, ma ieri sera ha assicurato che amplierà il raggio d’intervento. Terna ha anche annunciato la volontà di organizzare altri incontri con la popolazione per valutare rilevazioni e rumore.

Chiuso il confronto sulla centrale elettrica, l’attenzione dei presenti (circa una cinquantina di persone) si è spostata su Adriatic Link. Prima di tutto Terna ha spiegato la scelta di costruire la stazione di conversione (terminale dell’elettrodotto sotterraneo e sottomarino) proprio a Carrara: "E’ necessario rimanere il più vicino possibile alla stazione elettrica esistente sia per evitare il consumo di ulteriore suolo sia per annullare il collegamento elettrico tra i due siti (esistente e futuro)". Alle preoccupazioni dei cittadini su ulteriori ampliamenti della centrale elettrica e della futura stazione di conversione, i tecnici di Terna hanno risposto escludendo tale ipotesi perché centralina e stazione di conversione potranno ricevere eventuali altri cavi interrati. I residenti hanno insistito perché le opere compensative che Terna riconoscerà all’Amministrazione comunale siano prevalentemente destinate alla frazione di Carrara. E’ stato spiegato che Terna e il Comune sottoscriveranno una convenzione nella quale saranno indicati gli interventi da realizzare. Il sindaco Massimo Seri ha ribadito l’intenzione di chiedere a Terna non solo nuove opere ma anche l’interramento delle linee elettriche esistenti che attraversano diverse zone del territorio comunale. "Incontri come quello di ieri – fanno presente da Terna – servono proprio a capire e a condividere le necessità. l dialogo e il confronto sono importanti per raccogliere le proposte dei cittadini in merito alle opere di riqualificazione che saranno realizzate dal Comune e finanziate da Terna".

an. mar.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?