Quotidiano Nazionale logo
10 apr 2022

Tre giorni di film gratis La scommessa del Masetti

Il cinema riparte dopo un importante intervento sugli arredi e le tecnologie. Don Ascenzo: "Diventerà un laboratorio per educare i giovani all’immagine"

I protagonisti che hanno reso possibile la riapertura del Masetti
I protagonisti che hanno reso possibile la riapertura del Masetti
I protagonisti che hanno reso possibile la riapertura del Masetti

Riparte il cinema Masetti: al via da lunedì la programmazione, con i primi tre giorni a ingresso gratuito. Completamente rinnovata (negli arredi, nei colori e dal punto di vista tecnologico), la sala cinematografica è capace di accogliere 220 persone (172 in platea e 48 in galleria). "Una business class – così l’ha presentata Carmine Imparato (del cinema Gabbiano di Senigallia e responsabile del progetto) – al prezzo low cost. Offriremo una programmazione di alta qualità e trasversale".

"Diventerà – ha aggiunto don Antonio Ascenzo, direttore dell’istituto don Orione (al quale si deve la realizzazione del progetto insieme a don Gesualdo Purziani direttore della Fondazione Gabbiano di Senigallia) – un laboratorio per formare i giovani alla cultura e alla bellezza". Con questo obiettivo nasce la collaborazione con lo sceneggiatore Luca Caprara a cui sarà affidato il compito di "educare i giovani all’immagine". Ma il Masetti sarà anche il cinema per chi fa film indipendenti (sarà organizzata una rassegna il giovedì): "Per coloro che fanno cinema a basso costo – ha fatto notare il regista Henry Secchiaroli – e non ha circuiti di distribuzione è fondamentale avere una sala come il Masetti: dobbiamo sensibilizzare i fanesi a tornare a vedere i film al cinema".

Inoltre il Masetti sarà la "casa" del Fano International Film Festival. La manifestazione, di cui è direttore artistico Fiorangelo Pucci, che l’ha creata e le ha fatto conquistare il prestigio di cui oggi gode, quest’anno si svolgerà proprio nella rinnovata sala del Masetti. "Sono entusiasta – ha detto don Ascenzo – di restituire alla città uno spazio tanto importante. Le difficoltà non sono mancate, ma ormai siamo alla ripartenza". Un impegno economico (si parla di circa 100mila euro) e organizzativo non indifferente arrivato a compimento: lunedì si apre. Ogni cittadino potrà sostenere il progetto non solo frequentando la sala cinematografica ma attraverso una delle tante iniziative pubblicizzate sul sito masetticinema.it.

Tra queste l’adozione di una poltrona (al costo di 269 euro) ottenendo in cambio biglietti omaggio, prelazione in caso di eventi e una targhetta con il proprio nome sullo schienale della seduta. Sono già state adottate 60 poltrone, 20 delle quali dalla Bcc. Proprio il presidente Romualdo Rondina ha messo in evidenza l’importanza del progetto Masetti per il territorio e "per i nostri figli e nipoti". Presenti all’inaugurazione di ieri mattina il sindaco Massimo Seri "piacevolmente sorpreso di ritrovarsi in uno spazio tanto importante" e l’assessore al Turismo Etienn Lucarelli che con la commissione di vigilanza ha fatto i sopralluoghi previsti per legge prima di ogni apertura.

Anna Marchetti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?