Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 mag 2022

"Un borgo a effetti speciali Waterfront stile Romagna"

Il sindaco Massimo Seri illustra il futuro di Sassonia e poi annuncia: "Attrazione per chi viene da fuori Fano, come è avvenuto per Rimini e Riccione"

21 mag 2022
anna marchetti
Cronaca
Nell’immagine sopra, ecco come diventerà l’area dell’anfiteatro Rastatt
Nell’immagine sopra, ecco come diventerà l’area dell’anfiteatro Rastatt
Nell’immagine sopra, ecco come diventerà l’area dell’anfiteatro Rastatt
Nell’immagine sopra, ecco come diventerà l’area dell’anfiteatro Rastatt
Nell’immagine sopra, ecco come diventerà l’area dell’anfiteatro Rastatt
Nell’immagine sopra, ecco come diventerà l’area dell’anfiteatro Rastatt

di Anna Marchetti

"Effetti speciali per il borgo marinaro (dal faro fino ai capannoni oggetto dell’attuale progetto Porto Futuro) ampliamento dell’anfiteatro Rastatt e ‘bosco’ verde: l’area vivrà di rendita per i prossimi vent’anni". Il sindaco Massimo Seri fa alcune piccole anticipazioni sul Waterfront di Sassonia che l’altro ieri è stato illustrato dall’architetto milanese Andrea Govi (vincitore del concorso di idee del Comune), a ristoratori, albergatori e concessionari di spiaggia. Prossimo incontro con il settore della pesca.

"L’obiettivo – aggiunge Seri – è far diventare il borgo del porto un forte attrattore per chi viene da fuori Fano, un po’ come finora è avvenuto per Rimini e Riccione" "A ottobre – spiega Seri – dovrà essere pronto il progetto esecutivo e a novembre l’appalto dei lavori".

L’area interessata dall’intervento va dall’anfiteatro Rastatt (che sarà completamente rivisto e ampliato, inglobando il parcheggio retrostante) al faro. Lo scopo è quello di valorizzare il borgo del porto in dialogo con la marineria. L’intenzione del primo cittadino è di accelerare in più possibile.

"Ho preso in mano la situazione – annuncia – da ora in poi le riunioni si faranno tutte in mia presenza e ho affidato il compito di seguire i progetti, quello di Sassonia e quello di Torrette, a due assessori: il primo a Barbara Brunori, il secondo a Etienn Lucarelli".

Terminata la fase delle consultazioni con i portatori di interesse, seguirà il confronto con gli enti coinvolti (dalla capitaneria alla Soprintendenza) e a metà estate racconteremo il progetto alla città". Per il momento non è stato affrontato il tema della viabilità, oggetto di uno studio specifico che riguarderà anche i parcheggi e che dovrà integrarsi con il progetto del Waterfront. Su questo c’è particolare attesa da parte degli operatori vista la già difficile convivenza di Sassonia con lo sviluppo del porto commerciale.

"Lo stesso tipo di approccio utilizzato per Sassonia – conclude Seri – sarà adottato per Torrette: tutto ciò che sarà fattibile velocemente, lo realizzeremo". Per il Waterfront di Sassonia e Torrette sono previsti 4 milioni di euro: 2milioni 500mila euro per il primo e un 1,5 milioni per Torrette e Ponte Sasso. A questi si aggiungeranno altri 2 milioni e mezzo dirottati sul progetto esecutivo che sarà consegnato per primo, allo stato attuale quello di Sassonia.

"Le risorse ci sono – assicura il sindaco Seri – e siamo disponibili ad aggiungerne altre".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?