Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Fano non molla, battaglia a tutti i livelli per il 'Cecchi'

Il vice presidente del Consiglio regionale Minardi: “I tecnici si adeguino alle scelte della giunta regionale”

Ultimo aggiornamento il 20 maggio 2017 alle 20:17
Il vice presidente del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi

Fano, 20 maggio 2017- “Battaglia a tutti i livelli”. Il vice presidente del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi torna alla carica sulla vicenda del sezione fanese del Cecchi che dopo anni di battaglie non si è ancora conclusa. Una vicenda che sembrava giunta al termine, con il parere favorevole di tutti gli enti preposti, ma che si è di nuovo arenata per il parere contrario dell'Ufficio scolastico regionale. “La burocrazia - afferma Minardi - non può bloccare la volontà politica espressa dagli organi istituzioni preposti a decidere sulla organizzazione scolastica del territorio”.

A riaccendere i riflettori sul Cecchi era stata la senatrice Francesca Puglisi critica nei confronti dell'operato della Provincia, tanto da indurre nei giorni scorsi il presidente Daniele Tagliolini a scrivere una lettera chiarificatrice al Ministero dell'Istruzione e per conoscenza inviata a Regione e Comune di Fano. “C'è il parere favorevole - ribadisce Minardi - della giunta regionale e della competente commissione consiliare e di tutti le istituzioni coinvolte. La mia esperienza amministrativa, e in questo ultimo periodo anche legislativa, mi porta a ribadire che le scelte le fanno gli organi preposti e i tecnici si adeguano nel rispetto delle regole. Non mi sono chiare le motivazioni per cui l'Ufficio scolastico regionale ha detto “no” ad un progetto su cui sono d'accordo Comune di Fano, Comune di Pesaro, Provincia, Regione, il Cecchi, l'Ufficio scolastico provinciale e perfino il Ministero”.

an. mar.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.