Riccardo Cargnelutti,. 22 anni, alla sua seconda stagione con la maglia granata
Riccardo Cargnelutti,. 22 anni, alla sua seconda stagione con la maglia granata
Il destino dell’Alma in questo campionato non è racchiuso solo nei risultati che i granata sapranno cogliere nelle ultime quattro partite che ancora rimangono da giocare ma anche nel comportamento delle altre squadre che lottano nella parte bassa della classifica. Resta comunque il fatto che il Fano dovrà fare la sua parte a cominciare dallo scontro di domenica al "Mancini"...

Il destino dell’Alma in questo campionato non è racchiuso solo nei risultati che i granata sapranno cogliere nelle ultime quattro partite che ancora rimangono da giocare ma anche nel comportamento delle altre squadre che lottano nella parte bassa della classifica. Resta comunque il fatto che il Fano dovrà fare la sua parte a cominciare dallo scontro di domenica al "Mancini" contro il Modena. Riccardo Cargnelutti, statuario difensore 22enne, al suo secondo anno con la maglia granata, è l’ex di turno che spera di rientrare. Domenica scorsa a Salò, Cargnelutti è rimasto seduto a lungo in panchina, salvo entrare al 44’ della ripresa e giocare il lungo extratime (8’). "È stata una buona partita giocata con il giusto atteggiamento – dice – dove abbiamo lottato su ogni pallone e questo secondo me ci serve per raggiungere la salvezza. Non dobbiamo guardare in faccia a nessuno, né alla Feralpi, né al Modena o alla Triestina perché dobbiamo lottare e dare tutto partita per partita in quanto adesso ogni gara è determinante per la salvezza". Il difensore cresciuto nelle giovanili della Roma conosce bene i prossimi avversari perché è in prestito al Fano proprio dal Modena. "Mettiamola così – continua Cargnelutti – loro hanno pochi punti deboli e tanti punti di forza; hanno ottimi giocatori, hanno rinforzato la squadra la scorsa estate perché il loro obiettivo è lottare per salire in Serie B. Noi dobbiamo essere come a Salò: decisi e determinati, perché ogni partita fa storia a sé. Per noi questi punti contano tantissimo, per cui dobbiamo dare tutto per batterli e portare in salvo questa squadra". Con il Modena ha avuto poche occasioni per giocare (6 presenze), arrivato dalla Roma, è stato subito girato al Fano. "Ora come ora – confessa Riccardo Cargnelutti – non vivo sensazioni particolari, l’unico desiderio è potermi salvare con i miei compagni, squadra e città se lo meritano"

s.c.