"Prima si parla, meglio è". Mister Marco Alessandrini, riconfermato tecnico sulla panchina granata, non è uomo da stare fermo per troppo tempo. E smaltita la soddisfazione per la bella e meritata salvezza, il 66enne allenatore senigalliese è già pronto a rimettersi in moto per programmare la prossima stagione sulla quale, come è noto, pendono tantissime incognite da parte degli organi federali, visto che ancora deve terminare quella attuale con in Serie C la disputa dei playoff che dovranno indicare quale sarà la quarta...

"Prima si parla, meglio è". Mister Marco Alessandrini, riconfermato tecnico sulla panchina granata, non è uomo da stare fermo per troppo tempo. E smaltita la soddisfazione per la bella e meritata salvezza, il 66enne allenatore senigalliese è già pronto a rimettersi in moto per programmare la prossima stagione sulla quale, come è noto, pendono tantissime incognite da parte degli organi federali, visto che ancora deve terminare quella attuale con in Serie C la disputa dei playoff che dovranno indicare quale sarà la quarta squadra, dopo Monza, Vicenza e Reggina, a salire in Serie B. "Non abbiamo nessuna indicazione regolamentare su come si svolgerà il prossimo campionato – ha confermato Giovanni Mei – per cui navighiamo a vista in attesa che la Figc ci faccia sapere le varie date e soprattutto i regolamenti". In effetti, fino ad oggi, il Consiglio federale, oltre a stabilire le regole per la conclusione della stagione in corso, ha fissato solo la finestra temporale per le prossime due sessioni di calciomercato: quello estivo inizierà il 1° settembre e si chiuderà il 5 ottobre.

Il mercato invernale di riparazione si terrà invece come sempre nel mese di gennaio e precisamente dal 4 al 31 gennaio 2021. Non è facile, dunque, in questo periodo di estrema incertezza, dove mancano le comunicazioni ufficiali, pensare di poter mettersi al lavoro per programmare la prossima stagione. La società granata comunque si è messa in moto e comincerà dall’esame dei giocatori che hanno vestito la maglia granata fino al 30 giugno scorso. I tifosi granata hanno già fatto sapere sui social le loro preferenze: mantenere l’ossatura della squadra con l’innesto di qualche altro rinforzo per fare un campionato più tranquillo rispetto agli ultimi due. In buona sostanza, il popolo granata chiede di tenere giocatori che hanno superato brillantemente questa difficile annata, a partire da Stefano Amadio il cui arrivo a gennaio è servito a far registrare il centrocampo e a far lievitare tutta la squadra, per proseguire con capitan Gianluca Carpani che ha chiuso una annata in crescendo, come pure Samuele Parlati, vice cannoniere dell’Alma con i suoi 5 gol in 29 gare, per non parlare di Riccardo Barbuti "bomber" alla sua migliore stagione in carriera. A questi giocatori che sono già sotto contratto e dunque solo da convincere a rimanere, si tratterebbe di valutare quelli che se ne sono andati perché in prestito come Tassi, Tofanari, Ricciardi (Ascoli), Gatti (Atalanta), Viscovo (Crotone) e quelli che hanno il contratto scaduto: Baldini, Di Sabatino, Zigrossi, Sapone, Boccioletti, Fasolino e Kanis. Chissà che qualcuno di loro non si possa fermare per un altro anno.