Manè ha sostituito l’infortunato Delli Carri che ha dato forfait all’ultimo minuto. Il presidente Russo è soddifatto anche del suo contributo
Manè ha sostituito l’infortunato Delli Carri che ha dato forfait all’ultimo minuto. Il presidente Russo è soddifatto anche del suo contributo
Alla terza gara di campionato è arrivata per il Fano la prima sconfitta nella gara di recupero contro il Castelnuovo Vomano. Sul neutro di Pineto i granata avevano chiuso il primo tempo in vantaggio, grazie ad uno spettacolare gol di Antezza, salvo poi farsi raggiungere e superare da un uno-due a metà ripresa, firmato da D’Egidio e Ripa, che ha tolto all’Alma la prospettiva di un successo che l’avrebbe proiettata al secondo posto in solitudine dietro al Trastevere. Una posizione che è ora occupata proprio dal Castelnuovo Vomano. Il Fano ha forse pagato la contemporanea assenza...

Alla terza gara di campionato è arrivata per il Fano la prima sconfitta nella gara di recupero contro il Castelnuovo Vomano. Sul neutro di Pineto i granata avevano chiuso il primo tempo in vantaggio, grazie ad uno spettacolare gol di Antezza, salvo poi farsi raggiungere e superare da un uno-due a metà ripresa, firmato da D’Egidio e Ripa, che ha tolto all’Alma la prospettiva di un successo che l’avrebbe proiettata al secondo posto in solitudine dietro al Trastevere. Una posizione che è ora occupata proprio dal Castelnuovo Vomano. Il Fano ha forse pagato la contemporanea assenza di un paio di difensori centrali, Gigli e all’ultimo momento Delli Carri, e qualche pausa di troppo nel secondo tempo, proprio quando ci si preparava a qualche cambio. Lo dice il presidente Mario Alessandro Russo che ha seguito la squadra in questa trasferta: "È stata una partita molto equilibrata, dove potevamo vincere noi, si poteva pareggiare, potevano vincerla loro. Probabilmente quando si pensava a cambiare qualcosa, dopo aver subito l’1-1, magari anche per accontentarsi del pareggio, è arrivato pure il secondo gol degli avversari e questo ha complicato non poco le cose, costringendoci a rivedere le scelte". È naturale che la delusione per la sconfitta abbia procurato qualche malumore tra i tifosi granata, specie quelli più appassionati che si sobbarcano la fatica di sostenere la squadra pure in trasferta. "Io i tifosi li capisco – continua il presidente Mario Alessandro Russo – ma questo è un campionato dove ci sono sette, otto squadre che puntano ad arrivare in alto. Noi siamo competitivi, ma non siamo nelle condizioni di poter vincere tutte le partite. Come penso nessun altra squadra sia in grado, compreso il Trastevere che ha vinto le prime tre. Però noi possiamo lottare in tutte le partite per vincere, questo sì. Si tratta di essere realisti". In città già si mormora di un’Alma che ha gli uomini contati e che ha assolutamente bisogno di rinforzi. "Io dico che siamo un bel gruppo – sottolinea il presidente della società di Via Toscanini Mario Russo – anche affiatato. Dopo la partita siamo stati a cena tutti insieme e ho visto che c’è in tutti voglia di fare bene. Contro il Castelnuovo mancavano un paio di giocatori, anche se chi li ha sostituiti ha giocato bene, poi abbiamo dei ragazzi come Zanni, Maglie, il belga Badr che ancora non conosce la nostra lingua, i quali devono ancora dimostrare sul campo il loro valore. Dobbiamo poi pensare che stanno giocando degli under che sono alla loro prima o seconda esperienza in un campionato di un certo livello e che quindi possono incappare in qualche svista, ma che hanno bisogno di giocare per acquisire esperienza. Oggi come oggi, io dico che bisogna avere ancora un po’ pazienza. Bisogna credere in questo gruppo. Guardiamo la Samb che è partita tardissimo e ha finora sempre perso. Dovrebbero cambiare tutto? Non dobbiamo perdere la fiducia in questi ragazzi".

Silvano Clappis