Quotidiano Nazionale logo
3 mag 2022

Fano scivola di un posto in classifica Tortori: "Non ci resta che vincere"

Montegiorgio supera il Vastogirardi nel recupero, l’attaccante guarda al Nereto: "Un solo risultato"

In arrivo una retriocessa, Tortori: «Non rischiare come con l’Alto Casertano»
In arrivo una retriocessa, Tortori: «Non rischiare come con l’Alto Casertano»
In arrivo una retriocessa, Tortori: «Non rischiare come con l’Alto Casertano»

La vittoria del Montegiorgio sul Vastogirardi (2-0, reti di Albanesi al 26’ e di Zerbo al 13’ della ripresa, dopo che all’inizio gli ospiti si erano fatti parare un rigore calciato da Guida) nel recupero della 26ª giornata ha fatto scivolare di una posizione il Fano in classifica. La nuova classifica, nelle ultime posizioni, vede Matese con 42 punti, Castelnuovo Vomano 41 e poi la zona playout con Montegiorgio e Vastogirardi a quota 40, Fano 38, Castelfidardo 34, Nereto 12 e Alto Casertano 7. Una situazione ancora molto fluida con ancora quattro partite da giocare e un recupero che vede di nuovo impegnato il Vastogirardi questa volta contro la capolista Recanatese. Il sorpasso da parte del Montegiorgio sul Fano lascia il tempo che trova in casa Alma. "Guardare la classifica adesso – dice l’attaccante granata Loris Tortori – lascia il tempo che trova. Noi dobbiamo solo pensare a vincere le prossime partite e non guardare quello che fanno i nostri avversari. In questo momento non possiamo permetterci di fare calcoli. Ci sono ancora quattro gare e 12 punti in palio per cui fare ipotesi su cosa potrà succedere è del tutto prematuro".

Il Fano è chiamato a concentrarsi sul prossimo impegno che lo vedrà al "Mancini" di fronte al Nereto, formazione che è già retrocessa. "Contro il Nereto dobbiamo vincere e basta. Non dobbiamo correre i rischi che abbiamo corso contro l’Alto Casertano – continua il 33enne attaccante romano – perché è troppo importante conquistare questi tre punti. L’importante è vincere questa partita dopo la sosta. Poi, a cominciare dalla trasferta di Fiuggi, le altre tre gare saranno tutte finali". La posta in palio è alta, visto che il Fano in questi ultimi match si gioca la possibilità della salvezza diretta oppure l’inferno dello spareggio per evitare la retrocessione in Eccellenza. "Siamo tutti perfettamente consapevoli dell’importanza del momento – dichiara Loris Tortori – se cioè alla fine potremo gioire oppure se dovremo affondare. D’altronde in questa situazioni ci siamo cacciati noi e dovremo essere noi stessi capaci di tirarci fuori. Io comunque resto positivo. Ci sono quattro gare tutte alla nostra portate per cui dobbiamo giocarcele tutte e quattro per raccogliere i punti che sono necessari a conquistare la salvezza diretta".

Loris Tortori, a livello personale, vive un autentico paradosso, visto che sta disputando una delle migliori stagioni della sua lunga carriera in una squadra che lotta disperatamente fino all’ultimo per salvarsi. "Una situazione che non mi era mai successa, – confessa l’attaccante romano ex Paganese, Feralpi, Venezia e Cesena per citare alcune delle piazze in cui è stato – quest’anno ho segnato già 8 reti e sto lottando per non retrocedere, altre volte non mi era mai capitato di segnare così tanto eppure lottavamo per vincere il campionato". Il Fano intanto ha ripreso ad allenarsi da ieri pomeriggio alla Trave.

sil.cla.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?