Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Giuseppe Ottaviani, a 102 anni medaglia d'oro nel salto in lungo / FOTO

Il super atleta di Sant’Ippolito gareggia e trionfa nei campionati del mondo di atletica master a Malaga

di SANDRO FRANCESCHETTI
Ultimo aggiornamento il 11 settembre 2018 alle 16:44
Giuseppe Ottaviani, stamattina, sul podio dei campionati mondiali di atletica master

Sant’Ippolito (Pesaro), 11 settembre 2018 - A 102 anni, 3 mesi e 22 giorni il nonnino sprint di Sant’Ippolito Giuseppe Ottaviani ha conquistato l’ennesimo titolo iridato della sua carriera. L’impresa stamattina, ai campionati del mondo di atletica master in svolgimento nella città spagnola di Malaga (FOTO).

Ottaviani si è cimentato nel salto in lungo (era l’unico fra i concorrenti che hanno superato i 100 anni) raggiungendo la misura di 85 centimetri, valsagli la medaglia d’oro nella categoria M 100+. La stessa identica misura che aveva fatto registrare nel marzo scorso ai campionati europei indoor tenutisi a Madrid, segno eloquente che passano i mesi (in questo caso ben 6) ma lui mantiene intatte le sue performance. Che anche oggi hanno scatenato l’entusiasmo e l’ammirazione del pubblico, oltre che degli altri atleti master arrivati da tutto il mondo.

Domani Giuseppe affronterà la prova del salto triplo e poi farà rientro nella sua Sant’Ippolito, sempre più orgogliosa di vantare un compaesano simile. A cui è già stato dedicato un cortometraggio dal titolo “Cent’anni di corsa”, diretto da Domenico Parrino e realizzato dal gruppo video “Humareels” di Bologna e su cui è in fase di ultimazione il film “Il Campione” da parte della casa cinematografica del Friuli Venezia Giulia “Border Studio”. Lui, il campione, intanto, da Malaga continua ripetere il suo leitmotiv “Lo sport è gioia, è vita”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.