Aria pesante in casa del Ravenna. Il presidente Alessandro Brunelli ha licenziato il tecnico Luciano Foschi e il suo vice Marcello Montanari, sostituendoli con l’attuale tecnico degli Allievi nazionali Claudio Treggia. "Non esistono giustificazioni all’approccio e allo spirito adottato dalla squadra a Fano – aveva dichiarato il presidente Alessandro Brunelli poche ore dopo la gara di andata –. Serviva una misura shock per...

Aria pesante in casa del Ravenna. Il presidente Alessandro Brunelli ha licenziato il tecnico Luciano Foschi e il suo vice Marcello Montanari, sostituendoli con l’attuale tecnico degli Allievi nazionali Claudio Treggia. "Non esistono giustificazioni all’approccio e allo spirito adottato dalla squadra a Fano – aveva dichiarato il presidente Alessandro Brunelli poche ore dopo la gara di andata –. Serviva una misura shock per risollevare la situazione". Brunelli si aspetta dai giocatori e dal nuovo tecnico una assunzione di responsabilità forte: "La società tutta è consapevole che questa rosa abbia i mezzi per compiere l’impresa richiesta". Dopodiché, evidentemente non pago di questo ribaltone, il patron ha imposto a tutti il silenzio stampa. "Il Ravenna FC – si legge sul sito della società – comunica di aver adottato il silenzio stampa fino al termine della gara di ritorno. Pur nel rispetto del diritto di cronaca, alla luce del momento in cui si trova la squadra si ritiene opportuno dedicare la massima concentrazione sulla gara di ritorno. Nessuno dei dirigenti e dei tesserati è pertanto autorizzato a rilasciare dichiarazioni alle testate giornalistiche". Nel silenzio più totale, dunque, il tecnico Claudio Treggia si trova nella scomoda posizione di cercare di ribaltare il 2-0 inflitto dai granata ai giallorossi. Impresa non proprio facile per il Ravenna di quest’anno che, stando alle statistiche, non è mai riuscito a vincere una gara con due gol di scarto. Le 7 vittorie ottenute in 27 incontri (contro le 5 conquistate dal Fano) hanno visto infatti i romagnoli prevalere sempre di misura: 4 volte Giovinco e compagni hanno vinto per 2-1 e 3 volte invece si sono imposti col minimo risultato di 1-0. Per trovare l’ultima vittoria con uno scarto di due reti bisogna risalire al campionato precedente quando i romagnoli ottennero il successo, guarda caso, proprio contro lo stesso Fano grazie ad un rotondo 3-0. L’11 marzo 2019 al "Benelli" di Ravenna l’Alma di Epifani subì una disfatta subendo le reti di Nocciolini su rigore al 24’ del primo tempo e poi nella ripresa quelle di Raffini al 13’ e di Gudjohnsen al 44’. In mancanza di meglio, ci si affida pure alla cabala.