L’incornata di Vavassori: gol solo sfiorato
L’incornata di Vavassori: gol solo sfiorato
È una settimana del tutto particolare quella iniziata ieri per l’Alma che sarà impegnata in due trasferte consecutive in Abruzzo, domani nel recupero contro il Castelnuovo Vomano, valido per la seconda giornata, e poi domenica contro il Chieti. Sarà importante dosare le forze in questi due scontri, dopo la vittoria tiratissima contro il Castelfidardo dell’altro ieri. "Abbiamo conquistato tre punti molto importanti – ha detto Gabriele Vavassori, 23 anni di Magenta, nell’hinterland di Milano – a...

È una settimana del tutto particolare quella iniziata ieri per l’Alma che sarà impegnata in due trasferte consecutive in Abruzzo, domani nel recupero contro il Castelnuovo Vomano, valido per la seconda giornata, e poi domenica contro il Chieti. Sarà importante dosare le forze in questi due scontri, dopo la vittoria tiratissima contro il Castelfidardo dell’altro ieri. "Abbiamo conquistato tre punti molto importanti – ha detto Gabriele Vavassori, 23 anni di Magenta, nell’hinterland di Milano – a conclusione di una buona prova collettiva, ma ora bisogna dar subito continuità con il recupero di domani e il match di domenica a Chieti. Ci dobbiamo arrivare bene, fisicamente ma soprattutto di testa". Il possente difensore centrale, è alto 191 centimetri, ha pure sfiorato il gol di testa su calcio d’angolo al 13’ della ripresa, prima che Casolla riportasse in vantaggio i granata per il 2-1 finale. "Sì, sono andato vicino al gol, peccato – aggiunge Vavassori – ma importante contro il Castelfidardo è stata la prova di tutta la squadra, come pure sarà importante arrivare al match di domani nel miglior modo possibile". La vittoria sui fidardensi ha richiesto al Fano uno sforzo sul piano fisico notevole ( la squadra ospite era composta tutta da ragazzi dal 1998 in su) come dimostrano nel finale i crampi dei giocatori granata Antrezza e Gualtieri, con quest’ultimo costretto addirittura ad uscire, per cui bisognerà in casa granata guardare con attenzione ai tempi di recupero di quegli atleti sulla trentina che domenica hanno speso molto come Esposito, Casolla, Tortori. Non è escluso che mister Gioffrè in vista della gara di domani contro il Castelnuovo Vomano possa cambiare qualcosa nella formazione, magari immettendo forze fresche se non dall’inizio almeno nel corso della gara con una rotazione maggiore di quella che è stata fatta contro il Castelfidardo. In aggiunta ci saranno da valutare oggi anche le condizioni di Abel Gigli, infortunatosi il 23 settembre scorso in allenamento, che potrebbe rientrare almeno per la seconda trasferta in quel di Chieti. Certo è che il primo successo della stagione ha migliorato il clima in casa fanese. "Quello col Castelfidardo – dice il direttore dell’area tecnica Enzo Agliano – è un risultato che ci aiuta a lavorare meglio durante questa settimana perché dobbiamo continuare a migliorare le nostre prestazione. Ci tengo a ringraziare anche a nome del presidente Russo i tifosi, sopratutto quelli della curva per il continuo incitamento, e quelli della Tribuna che ho visto quasi piena".

s.c.