La presentazione del Capodanno
La presentazione del Capodanno

Fermo, 28 dicembre 2018 - Squadra che vince non si cambia. E nemmeno la formula, la location, lo stile e la voglia di fare festa. Torna per il secondo anno consecutivo il Capodanno in piazza del Popolo firmato da Stefano Castori, la formula è quella che funziona anche per le feste del dopo ferragosto, la musica che parte dagli anni ’70 e arriva ai ’90, con ospiti a sorpresa e dj noti al grande pubblico.

L’assessore alla Cultura, Francesco Trasatti, parla di un «marchio vincente, a giudicare dalla partecipazione, dalla presenza e dall’affetto. Ci auguriamo di poter replicare il successo dello scorso anno, utilizzeremo il loggiato di San Rocco, come palco naturale, per risparmiare lo spazio per chi balla, ci sarà un gioco di luci, tutto sarà aperto in piazza come al solito. I locali sono a disposizione per il cenone, ci sono palazzi privati e ristoranti, locali e pub e tutti hanno il pienone».

Un Natale alla grande quello vissuto da Fermo, si raccolgono i frutti di un lavoro di anni, sottolinea ancora Trasatti. Forte anche il sostegno dell’assessore al Commercio Mauro Torresi che parla di una conferma scontata, per un Capodanno che sarà da record: «L’anticipo del Capodanno è fissato per domenica 30 dicembre, con l’evento organizzato dai locali di piazza per un aperitivo da vivere in musica, tutti insieme», sottolinea Torresi. Il consigliere comunale con delega al centro storico, Luigi Rocchi, parla di una scommessa nata con Castori, per una festa in piazza che oggi è ormai una piacevole consuetudine. A firmare la serata tra gli altri Mario Mazzaferro ma anche dj Mozart, Robbie Vee, si entra nel vivo dopo mezzanotte ma si parte già alle 22.

Apre la serata lo stesso Castori, poi arriveranno gli auguri degli amministratori, dalle 23 alle 24 la musica sarà quella dei Bee Gees, poi dj Mozart fino all’una e 10, per dare tempo a tutti di finire il cenone. A quel punto spazio agli ospiti della serata, di scena i Righeira, quelli veri, con due coriste, per un tuffo nella musica dance degli anni ’80 e ’90.

Chiudono Mazzaferro e Robbie Vee, fino a oltre le 4 del mattino e per una volta bisognerà avere pazienza. «Lo scorso anno abbiamo chiuso alle 3 e 30, ma c’era ancora gente che aveva voglia di ballare e far festa. Quest’anno ci spingiamo oltre le 4, perché davvero Fermo ha bisogno di stare insieme, in allegria, con la buona musica, quella che non finisce mai di emozionare», ha concluso Castori. Promettendo, come sempre sorprese e tante luci.