Sant’Elpidio a Mare (Fermo), 30 agosto 2018 – Conto alla rovescia per il concerto dei Nomadi. La band si esibirà allo stadio Mandozzi il 22 settembre alle 21.30. Sono passati 54 anni ma loro sono ancora lì: 90 concerti all’anno in tutta la Penisola con una media annuale di un milione di spettatori.  Ad oggi il gruppo emiliano conta 52 lavori, fra dischi in studio, live e raccolte per un totale oltre 15.000.000 di copie vendute. Parte del ricavato del concerto, sarà destinato in beneficenza alla Croce Azzurra di Sant'Elpidio a Mare e Monte Urano, per l'acquisto di una nuova ambulanza.

E’ possibile acquistare i biglietti cliccando su www.ciaotickets.com/evento/nomadi-santelpidio-mare: costo dieci euro + dp per il parterre in piedi; 15 euro + dp per la gradinata non numerata. Chi vuole potrà cenare al campo aspettando i Nomadi, al costo di 25 euro. Per info e prenotazioni è possibile contattare il numero 338 7268715 o visitare il sito internet www.croceazzurrasem.it.
I Nomadi negli anni sono stati promotori di varie iniziative di solidarietà e numerosi viaggi benefici. Per citare alcune tappe: Santiago del Cile, Gerusalemme, Chiapas, Perù, Albania, Vietnam, Sumatra, Brasile, Cambogia, Madagascar. A ciò va aggiunto l’impegno sostenuto nella nostra terra: nel 2012 Beppe Carletti organizza il concerto per l’Emilia a favore delle zone colpite dal terremo. L’evento ha visto, che la partecipazione di 1.189.896 persone, ha contributo al ripristino di un’ala degli ospedali di Carpi e Mirandola, nel Modenese.

La band, che vanta cento fans club dal Trentino alla Calabria che ogni giorno manifestano tutto il loro sostegno e oltre 150 cover band, ha assunto anche la nomina di gruppo più longevo in Italia. Dal 1993 al 2017 ha inoltre avuto luogo un evento, il “Nomadincontro - Tributo ad Augusto”, arrivato alla XXV edizione con l’intento di ricordare colui che fu l’ideatore e ispiratore del gruppo: Augusto Daolio. Il cuore del Nomadincontro è l’assegnazione del premio “Tributo ad Augusto”, assegnato ad artisti italiani che si sono distinti per valore umanitario. Il riconoscimento è stato assegnato ai più grandi artisti italiani: Zucchero, Roberto Vecchioni, Biagio Antonacci, Franco Battiato, Daniele Silvestri, Pooh, Piero Pelù, Francesco Renga, Luca Carboni, Fiorella Mannoia, Enzo Jacchetti. Inoltre nel corso degli anni sono stati assegnati premi speciali: Don Gallo, Neri Marcorè, Luciano Ligabue, Umberto Veronesi, Don Antonio Mazzi, Marino Bartoletti.