Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Fermo, sgominata dai carabinieri la banda dei furti in appartamento

Si tratta di due uomini albanesi e due donne. Avevano la base operativa a Lido Tre Archi. Rinvenuti monili in oro per 15.000 euro   

di FABIO CASTORI
Ultimo aggiornamento il 1 settembre 2018 alle 17:40
Furti in appartamento (Ravaglia)

Fermo 1 settembre 2018 - Li hanno tenuti d’occhio per lungo tempo e poi, una volta raccolti importanti elementi d’indagine, sono entrati in azione e li hanno incastrati. L’operazione è stata messa segno dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Fermo che, a conclusione di un’attività di polizia giudiziaria, hanno individuato e sgominato una banda specializzata in furti nelle abitazioni private. Si tratta di due uomini di origini albanesi rispettivamente di 30 e 25 anni, e due donne, una di origini albanese di 25 anni e una di origini campane di 27, tutti pregiudicati e noti alle forze dell’ordine per reati analoghi.

L’indagine ha preso il via nel maggio scorso a seguito di una serie di furti avvenuti tra il Fermano e il Maceratese. Con una continua attività di monitoraggio, i militari hanno localizzato la base operativa della banda in un appartamento di Lido Tre Archi e quindi hanno individuato l’auto con la quale si muovevano per mettere a segno i colpi. Da lì è partita una lunga serie di servizi di osservazione, pedinamenti e controlli, con i quali sono stati ricostruiti tutti i movimenti dei quattro malviventi.

Una volta raccolte prove schiaccianti sull’attività delle banda, i carabinieri hanno deciso di intervenire e, nel corso di una perquisizioni, sono stati rinvenuti diversi monili in oro trafugati in tre appartamenti nello scorso mese di maggio: precisamente un’abitazione situata a Fermo e le altre due a Pollenza di Macerata. La refurtiva recuperata ammonta a circa 15.000 euro. I quattro banditi sono stati denunciati alla competente autorità giudiziaria per il reato di ricettazione aggravata in concorso.

  

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.