FABIO CASTORI
Cronaca

Brutale aggressione nel centro di Porto San Giorgio: identificati due ragazzi

L'indagine dei carabinieri ha permesso di individuare e denunciare due 18enni che avevano assalito un uomo appena sceso dalla sua auto

I carabinieri sul luogo dell'aggressione

I carabinieri sul luogo dell'aggressione

Porto San Giorgio (Fermo), 12 giugno 2024 - Era appena sceso dalla sua auto quando si erano avvicinati alcuni giovanissimi che lo avevano colpito violentemente con calci e pugni, facendolo finire in ospedale.

Due di loro, a conclusione delle indagini dei carabinieri di Porto San Giorgio, hanno un nome e un volto. Si tratta di due ragazzi di appena 18 anni, noti per le frequentazioni, uno nato in Tunisia e uno in Senegal, gravati da precedenti di polizia. La brutale aggressione si era consumata il 29 aprile scorso, quando un giovane sangiorgese era stato picchiato da un gruppo di ragazzi nel centro di Porto San Giorgio, nei pressi del parcheggio lungo viale della Vittoria.

La vittima era stata assalita dopo essere scesa dalla sua auto e i suoi aggressori erano scappati all'arrivo dei militari dell’Arma. Il giovane era giunto nel parcheggio per posteggiare la sua auto, ma era stato preso di mira e ostacolato da un gruppo di ragazzi che lo avevano picchiato senza apparente motivo.

Grazie ad alcuni passanti che avevano segnalato l’episodio erano poi intervenuti i sanitari del 118 che, dopo le prime cure sul luogo dell’aggressione, avevano trasportato il ferito al pronto soccorso di Fermo. Sul posto anche i carabinieri di Porto San Giorgio, che da subito si erano messi al lavoro per dare un volto e un nome ai componenti del gruppo, autori del vigliacco pestaggio.

Già da tempo gli uomini dell’Arma fermana hanno intensificato l’azione di controllo sulla fascia costiera e in particolare nelle zone considerate più a rischio perché frequentate da gruppi di giovanissimi (sia italiani che stranieri di 2ª e 3ª generazione) che, il più delle volte, complice anche l’abuso di alcolici o stupefacenti, sono dediti ad aggressioni, reati predatori, risse e atti vandalici. Durante tali serrati controlli sono stati identificati numerosi soggetti di interesse operativo e le indagini condotte dai carabinieri di Porto San Giorgio hanno consentito di identificare e denunciare due dei coinvolti nel pestaggio.