Cani in spiaggia
Cani in spiaggia

Porto Sant'Elpidio (Fermo), 1 agosto 2020 - Nel Piano di Spiaggia era stato previsto di individuare una porzione di spiaggia libera, precisamente tra il Kitesurf e lo chalet Controvento, alla Bau Bau Beach, riservandone l’utilizzo ai bagnanti che vanno in vacanza con i loro animali d’affezione dai quali non vogliono mai separarsi, neanche durante i bagni di sole.

E adesso, la Bau Bau Beach c’è. Naturalmente, l’accesso a questo spazio è regolamentato da precise norme che i proprietari dei cani devono rispettare: possono accedervi solo animali portati al guinzaglio, dotati di microchip e sani; il proprietario deve sempre portare con sé il libretto delle vaccinazioni e dovrà sistemare una ciotola con acqua sempre presente e accessibile dall’animale, al quale deve essere data la possibilità di ripararsi all’ombra.

Gli animali non devono mai essere lasciati incustoditi e liberi di vagare, e la responsabilità, civile e penale, per i danni causati dall’animale è a carico del proprietario. Chi non rispetta queste regole, può essere sanzionato da 100 a 1000 euro e scatta l’allontanamento dalla spiaggia. L’area è stata delimitata, vi sono stati sistemati una piccola fontana per abbeverare gli animali, un cestino per le deiezioni e un cartello informativo con le regole di accesso in più lingue.

"Questo nuovo e ulteriore servizio presente nella nostra città – dice il vicesindaco, Daniele Stacchietti – risponde all’esigenza di molti concittadini che, fino a ieri, si vedevano costretti a lasciare il proprio cane, a casa. Nello stesso tempo, la Bau Bau Beach rende più appetibile la nostra città ai turisti che, sempre più numerosi, rappresentano questa esigenza quando scelgono i luoghi per le loro vacanze estive". Insiste sull’opportunità che viene concessa ai cittadini e ai turisti grazie a questa porzione di spiaggia attrezzata, anche il sindaco, Nazareno Franchellucci: "Consideriamo che, oggi, un turista su quattro si sposta scegliendo luoghi attrezzati con questo servizi. Inoltre, molti cittadini ci avevano espresso l’esigenza di avere un’area come questa il cui progetto, lo ricordiamo, era partito con l’ex assessore Annalinda Pasquali".