Quotidiano Nazionale logo
8 apr 2022

Cardiologia, Paci primario Il reparto sarà potenziato

La dottoressa arriva dal Lancisi ed è stata scelta su una terzina di nomi. Il direttore Grinta: "Ci siamo già confrontati sulle scelte per il futuro"

Maria Vittoria Paci
Maria Vittoria Paci
Maria Vittoria Paci

Arriverà a metà maggio il nuovo primario del reparto di cardiologia dell’ospedale Murri, è Maria Vittoria Paci la figura di riferimento per l’Area Vasta 4, con il difficile compito di rimettere in piedi un settore fortemente ridimensionato. La cardiologa, da anni dirigente medico al Lancisi di Ancona, ottima esperienza e una formazione tutta superata con il massimo dei voti e la lode, è stata scelta su una terzina di nomi, grazie all’ottima prova svolta al concorso, superando i colleghi Roberto Accardi e Giuseppe Pupita. "Abbiamo avuto candidati di assoluto valore – spiega il direttore dell’Area Vasta 4, Roberto Grinta –. Abbiamo confermato i risultati del concorso, la dottoressa Paci è la candidata più giovane ma viene da una realtà di riferimento non solo per le Marche quale è il Lancisi. Con lei ci stiamo già confrontando sulle prossime scelte da fare per il reparto, di sicuro avrà la possibilità di potenziale la cardiologia fermana che è da tempo sottodimensionata". Dopo l’addio al reparto dell’ormai ex primario Domenico Gabrielli, sono cinque i medici che mancano all’appello, aspettando che anche a Fermo arrivi il servizio di emodinamica che potrebbe diventare realtà all’apertura del nuovo ospedale.

"È stato detto che la dottoressa non ha una esperienza diretta in emodinamica – sottolinea Grinta – devo dire che mi sembra una affermazione fuori luogo. Stiamo potenziando le attrezzature sul territorio, proprio per garantire esami e controlli nelle strutture di riferimento di Montegiorgio, Porto San Giorgio, Montegranaro. Questo ha già consentito di ridurre le liste di attesa di molti esami, con il suo arrivo, già a metà maggio, apriremo una nuova stagione per la cardiologia, sono molto fiducioso. L’ospedale intanto sta riprendendo in pieno la sua attività, stiamo portando avanti quattro sedute operatorie a settimana per smaltire le liste di attesa che si sono create con la pausa forzata dovuta alla pandemia. Il Covid è tutto sommato sotto controllo, la massiccia campagna di vaccinazione ci ha consentito di indebolire il virus, l’ospedale regge bene i nuovi contagi. Ho ottenuto di poter tenere la struttura di Campofilone in appoggio per il post acuzie per tutto il mese di aprile, intanto andiamo verso la bella stagione, speriamo di poter riprendere fiato".

A breve saranno una realtà anche i dieci nuovi posti letto di terapia intensiva al Murri che consentiranno di affrontare eventuali stagioni invernali problematiche, mentre si stanno completando i posti di semintensiva in dotazione all’area medica: "E’ un quadro generale che si compone – conclude Grinta – la cardiologia era una priorità ma anche il potenziamento dei servizi territoriali è oggi la strada maestra per un sistema che sia funzionale, veramente vicino ai cittadini".

Angelica Malvatani

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?