ANGELICA MALVATANI
Cronaca

La sorpresa ai piccoli pazienti: supereroi e pompieri in Pediatria

Visita in corsia a Fermo: i vigili del fuoco si sono anche autotassati per comprare i giocattoli. Un modo per strappare il sorriso e n po’ dell’allegria del Carnevale ai piccoli ricoverati

I vigili del fuoco di Fermo e Spiderman in rappresentanza di tutti i supereroi nella visita a sorpresa nel reparto di Pediatria dell’ospedale Murri (Foto Zeppilli)

I vigili del fuoco di Fermo e Spiderman in rappresentanza di tutti i supereroi nella visita a sorpresa nel reparto di Pediatria dell’ospedale Murri (Foto Zeppilli)

Fermo, 14 febbraio 2024 – Per fare Carnevale non serve chissà quale artificio complicato, bastano le stelle filanti, le mascherine sugli occhi e Spiderman, con l’onore di essere presente in rappresentanza di tutti i supereroi. E allora poco importa che sulla manina ci sia l’ago della flebo, che sotto la mascherina si debba stare in pigiama e che la festa si faccia al reparto di pediatria dell’ospedale. Hanno voluto portare sorrisi e allegria al reparto dei bambini del Murri i vigili del fuoco di Fermo, portando Spiderman in persona che consegnava doni per tutti i 12 ricoverati, in un martedì grasso che si doveva festeggiare diversamente. Anche i piccoli pazienti avevano il diritto di godersi un po’ dell’allegria del Carnevale, e tanto è stato.

Il comandante Matteo Monterosso, a margine dell’evento, ha spiegato che si è trattato di un’idea dello stesso personale della caserma di Fermo: "Hanno pensato – ha detto il comandante – che per tutti i supereroi che qui dentro portano avanti la loro piccola battaglia ci volesse un supereroe vero, che arrivasse direttamente dalla finestra. Ho appoggiato immediatamente l’idea – racconta ancora i comandante Monterosso –, abbiamo avuto sponsor e gli stessi vigili del fuoco si sono autotassati per contribuire all’acquisto dei giocattoli. Per noi al centro di tutto il nostro lavoro ci sono sempre i cittadini e i bambini sono cittadini di serie A".

Arrivano coi cerotti e con le flebo, con le mamme e i papà accanto, guardano incantati Spiderman e per qualche momento dimenticano dove sono, la primaria facente funzioni, Giovanna Di Corcia, si è detta felicissima: "Tutto ciò che porta felicità durante la degenza da noi è ben accetto, siamo veramente contenti di questi sorrisi. I vigili del fuoco si sono informati sulle età dei pazienti, sui giochi che potevano portare e sono stati precisi e attenti".

Tutto pieno il reparto che funziona con due medici, su ben otto che ce ne dovrebbero essere, con il personale di una cooperativa a supporto, con gli infermieri contati che se ne manca uno si va in affanno: "Entro marzo avremo da quattro a sei dirigenti medici in più, assicura il direttore dell’Ast Roberto Grinta, il concorso è partito e ci sono state 23 domande, dunque siamo molto fiduciosi. A seguire procederemo con il concorso per il primario, questo è uno dei reparti su cui riteniamo di investire di più. Insieme si stanno svolgendo i concorsi per anestesisti, cardiologi, gastroenterologi, stiamo lavorando per dare uno slancio sempre maggiore al nostro ospedale".

“Oggi – spiega ancora la primaria Di Corcia – è una festa per tutti, questi supereroi ci sanno un momento di speranza. È importante e speciale che le istituzioni si incontrino qui, a supporto dei bambini del dipartimento materno infantile, sono il nostro futuro – conclude la dottoressa – ed è proprio a loro che dobbiamo pensare sempre".

Sorridono intanto i piccoli pazienti presi di sorpresa, l’uomo ragno ma anche i vigili del fuoco in divisa li incantano, nessuno sembra più sentire tutta la fatica di questi giorni in ospedale.

Un’iniziativa che commuove e che è riuscita a far pensare ai bambini e alle loro famiglie che anche se solo per una giornata i colori ci sono, i giocattoli pure, arriveranno i giorni sereni e questo Carnevale sarà un ricordo prezioso.