di Vittorio Bellagamba "Questo Micam segna il rilancio del comparto". A poche ore dal termine della rassegna calzaturiera più importante al mondo Valentino Fenni presidente di Confindustria Centro Adriatico e vice presidente nazionale di Assocalzaturifici non ha dubbi: quella che sta per essere archiviata è una fiera per tanti versi positiva. "Gli operatori sono tornati al Micam che si conferma in tutta la sua importanza – ha aggiunto Valentino Fenni – e siamo molto contenti del ruolo che hanno svolto le istituzioni del nostro territorio". Ovvero? "Avere la presenza del presidente...

di Vittorio Bellagamba

"Questo Micam segna il rilancio del comparto". A poche ore dal termine della rassegna calzaturiera più importante al mondo Valentino Fenni presidente di Confindustria Centro Adriatico e vice presidente nazionale di Assocalzaturifici non ha dubbi: quella che sta per essere archiviata è una fiera per tanti versi positiva. "Gli operatori sono tornati al Micam che si conferma in tutta la sua importanza – ha aggiunto Valentino Fenni – e siamo molto contenti del ruolo che hanno svolto le istituzioni del nostro territorio". Ovvero? "Avere la presenza del presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, e del presidente della Camera di commercio, Gino Sabatini, è stato per noi imprenditori molto importante. Sentire vicino a noi le istituzioni ci permette di guardare al futuro con maggiore ottimismo. Certo alcuni problemi restano ancora da affrontare ma siamo consapevoli che non siamo soli". Una collaborazione che è destinata a durare? "Da questa fiera stanno venendo fuori dei segnali molto incoraggianti. Siamo consapevoli che c’è un’inversione di tendenza del tono congiunturale che ha fatto registrare segnali negativi anche a seguito dell’emergenza sanitaria. Ora è tempo di guardare al futuro con nuove prospettive. Grazie al supporto concreto delle istituzioni, ad esempio, potremo partecipare tra qualche giorno a Mosca all’Obuv con uno ’sconto’ sui costi dello stand del 50% e questo è un segnale che incoraggia le aziende a tornare ad aggredire i mercati stranieri dove il nostro prodotto è particolarmente richiesto". Le aziende si stanno evolvendo e stanno innovando? "La manualità è una componente molto importante nella fabbricazione delle calzature. Ma siamo consapevoli che l’innovazione può essere un validissimo strumento per concretizzare i nostri programmi di sviluppo. Le aziende calzaturiere stanno dimostrando di avere una grande propensione all’open innovation. Non a caso in questo periodo affrontiamo molte difficoltà per reperire quelle risorse umane specializzate in mansioni per noi nuove come ad esempio il web marketing e il digitale". Paolo Silenzi appena nominato presidente regionale della Cna ha detto: "Le aspettative pre-Micam erano buone ma i risultati della fiera sono andati aldilà delle più rosee attese. La campagna vaccinale ha dato i suoi frutti permettendo agli operatori di essere fisicamente presenti nei nostri stand e questo è senza dubbio un segnale molto importante che ha favorito la ripartenza". Quindi un buon Micam? "Stiamo avvertendo i segnali della ripartenza e questo ci fa ben sperare per i prossimi mesi e genera ottimismo tra gli operatori. Abbiamo registrato una buona affluenza sin dalla prima giornata, ma vorrei sottolineare un elemento caratterizzante di questa edizione che è la vicinanza delle istituzioni come la Regione e la Camera di commercio. Per fare una valutazione su tutto il settore moda occorre aspettare l’esito della fashion week che inizierà tra breve".