Cesare Rossi aveva 71 anni
Cesare Rossi aveva 71 anni

Fermo, 10 maggio 2021 - Sono tante le testimonianze di affetto che in questi giorni i residenti di tutto il territorio Fermano stanno dimostrando a Cesare Rossi che si è spento venerdì sera all’età di 71 anni dopo una battaglia contro il Covid. "Arrivederci Cesare – sono le parole delll’avvocato Giuseppe Fedeli, giudice di pace di Fermo –. Eclettico esagerato strabordante temerario, mette su un aviopista, al tempo stesso gestisce ristoranti, passa in avanscoperta a difesa dei terremotati de L’Aquila e di lì poco fonda una università. Cuore buono e generoso, uomo dignitoso e discreto, non si fermava dinanzi a nessun ostacolo. Cesare, però, faceva ogni cosa con passione, non tanto perché voleva superare se stesso, quanto per dare vita e vitalità a un territorio bistrattato, non sempre onorato delle dovute attenzioni. Arrivederci, amico mio. Il tuo coraggio, la tua voglia di fare, le tue lacrime soccorrevoli sono state anzitempo spezzate da una falce maledetta".

A questa testimonianza si aggiungono quelle di tante altre persone che raccontano la passione di Rossi per il Fermano e la sua voglia di far crescere il territorio. "Cesare adorava passare con il suo aereo sopra all’ippodromo – ricorda Salvatore Mattii – abbiamo collaborato anche in alcuni progetti. Una cosa memorabile quando a bordo di una mongolfiera Cesare portò in mezzo alla pista Luisa Corna che si sarebbe esibita da li a poco". "Voglio ricordare la tua felicità il giorno del tuo primo volo ufficiale dopo la realizzazione della pista in asfalto – ricorda l’imprenditore Roberto Cardinali –. Non dimenticherò la tua determinazione, l’amore per il Fermano. 20 anni fa mi hai regalato il mio primo volo. Oggi ti saluto e ti penso, con una lacrima e tanta tristezza, grazie per tutto ciò che hai fatto per il nostro territorio. Ciao Cesare, vola sempre alto". I funerali di Rossi si terranno domani alle 15 nella chiesa di San Marco a Servigliano.

Intanto, sul fronte Covid, ieri in tutta la provincia i nuovi positivi erano 33, 250 nelle Marche, 67 in provincia di Pesaro Urbino, 54 in provincia di Ascoli, 51 in provincia di Macerata, 36 in provincia di Ancona. Per quanto riguarda i decessi, invece, la Regione sempre ieri sera ha comunicato che i morti legati al Covid nella giornata precedente erano stati due, entrambi residenti nell’Anconetano.