Controlli per la sicurezza. Denunciati due imprenditori

I carabinieri e gli uomini del Nucleo ispettorato del lavoro hanno fatto il blitz in un calzaturificio e in ditta che produce pasta: a entrambi 7mila euro di multa.

Controlli per la sicurezza. Denunciati due imprenditori

Controlli per la sicurezza. Denunciati due imprenditori

Lotta senza quartiere da parte dei carabinieri contro chi non rispetta le regole per la sicurezza sul lavoro e le disposizioni di legge a salvaguardia dell’incolumità e della salute del lavoratore. In questo contesto i militari del Comando provinciale di Fermo, hanno fatto scattare una doppia operazione unitamente ai colleghi specialisti del Nucleo ispettorato del lavoro di Ascoli Piceno. Durante l’attività sono stati denunciati due imprenditori e sono state comminate pesanti sanzioni pecuniarie ai titolari delle ditte. Nel primo caso i carabinieri hanno concluso un accesso ispettivo presso una ditta calzaturiera con sede a Fermo. Durante tale operazione, i militari dell’Arma hanno riscontrato un’omessa conformità delle uscite di sicurezza, con gravi rischi per i dipendenti. Di conseguenza, per il titolare dell’impresa sono scattate la denuncia in stato di libertà all’autorità competente e una salata ammenda pari a 7.000 euro come sanzione per l’omessa conformità. Nella seconda circostanza, sempre a conclusione di un’attività ispettiva, i militari dell’Arma hanno riscontrato, ancora una volta, l’omessa conformità delle uscite di sicurezza presso una ditta di produzione di pasta con sede ad Altidona. Anche in questo caso, il titolare dell’azienda è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Fermo e gli sono state elevate ammende per un importo pari a circa 7.000 euro. I carabinieri del Comando provinciale di Fermo ricordano l’importanza di rispettare le norme di sicurezza sul luogo di lavoro al fine di garantire la tutela della salute e dell’incolumità di tutti i lavoratori. L’accesso ispettivo rappresenta uno strumento fondamentale per verificare l’adempimento alle prescrizioni di legge e tutelare il benessere dei lavoratori. La sicurezza sul lavoro è un diritto sacrosanto che deve essere tutelato da tutti gli attori coinvolti. I militari del Comando provinciale di Fermo, con il prezioso supporto del Nucleo ispettorato del lavoro di Ascoli Piceno continueranno a svolgere attività di controllo e vigilanza per garantire il rispetto delle norme e la sicurezza dei cittadini.

Fabio Castori