Dalla Croazia con furore. Yuasa, arriva Cvanciger

Sarà il giovane classe 2003 a completare il reparto opposti di Grottazzolina

Dalla Croazia con furore. Yuasa, arriva Cvanciger

Dalla Croazia con furore. Yuasa, arriva Cvanciger

Si completa anche il reparto opposti della Yuasa Battery Grottazzolina e lo fa con un altro giovane con ottime prospettive. Ecco Gabrijel Cvanciger, croato classe 2003, originario di Sisak (vicino Zagabria): per lui la pallavolo non è stato il primo amore, nonostante il padre sia stato giocatore in passato. Inizia nella squadra della sua città passa all’Haik Mladost con cui ha vinto gli ultimi quattro campionati croati, due Croatian Cup ed ha partecipato alle ultime quattro edizioni di Champions League e Coppa Cev. In tutto ciò anche il riconoscimento individuale di migliore opposto della massimo campionato croato nella stagione appena conclusa. Per lui anche un ruolo fisso nel roster della nazionale, è reduce da un secondo posto nella European Golden League 2024, dopo il bronzo nel 2023. Un arrivo reso possibile grazie al recente cambiamento di regolamento della Federazione che ha permesso dunque il suo ingresso con un contrattuo su base biennale. A testimonianza dell’attenzione del club verso i profili futuribili su scala internazionale. E proprio il giovane croato si dice pronto ed emozionato di iniziare la nuova avventura nella Superlega italiana: "Attendo con grande emozione la prossima stagione – commenta –, ho grandi aspettative. Sarà la mia prima esperienza fuori dal mio paese, sono impaziente di affrontare le sfide e le opportunità che mi attendono. Sono entusiasta di poter giocare nel campionato più importante del mondo e pronto a fare questo passo significativo nella mia carriera. Rappresentare Grottazzolina in questo suo primo storico campionato di SuperLega è un onore e sono determinato a mettermi alla prova". Per lui anche la voglia di conoscere da vicino Grottazzolina e il territorio fermano. "I miei obiettivi personali includono il fatto di assorbire quante più conoscenze possibili dagli allenatori – prosegue –, contribuire in modo significativo al successo della squadra e imparare la lingua italiana. So che a Grottazzolina si lavora molto sui giovani, ma senza eccessive pressioni, il che lo rende un contesto speciale per chi come me punta a crescere ed affermarsi su scala internazionale. Ho visto anche diverse immagini di Grottazzolina nell’ultima stagione rimanendone impressionato. La passione che i club e i suoi tifosi hanno per la pallavolo ha contribuito in maniera determinante a portare questa società laddove è arrivata. L’atmosfera vibrante delle partite è qualcosa che non vedo l’ora di sperimentare". Insomma la scorsa stagione di Grottazzolina ha fatto parlare molto di se anche scavalcando i confini nazionali e l’internazionalizzazione del roster di certo in questo aiuta molto. Premesse importanti per la nuova imminente stagione.

Roberto Cruciani