‘Diamanti a Tavola’, il tartufo sposa il progetto dei ‘Sibillini Romantici’

Inizia sotto i migliori auspici la 26esima edizione di ‘Diamanti a Tavola’, il tartufo insieme al progetto dei ‘Sibillini Romantici’ rappresentano un punto di partenza con ampie prospettive di sviluppo per la promozione dei borghi. Venerdì all’interno del palatuber con la degustazione guidata dallo chef Umberto Bentivoglio, ha preso il via ‘Diamanti a Tavola’. Tanti gli ospiti presenti alla cena evento: l’europarlamentare Salvatore De Meo, la consigliera regionale Jessica Marcozzi, diversi sindaci del territorio, rappresentanti di enti e associazioni, padre Gianfranco Priori rettore del santuario della Madonna dell’Ambro. La cena è stata una piacevolissima serata, con cinque portate dai colori autunnali dedicati al tartufo bianco pregiato, abbinate a vini bianchi locali, creati per esaltare le eccellenze del territorio. "Con il progetto di Sibillini Romantici che ha messo in rete cinque comuni dell’entroterra siamo reduci da una vista riuscitissima a Bruxelles – commenta il sindaco Marinangeli – e stiamo preparando per fine febbraio, un evento degustazione con castagne, mela rosa e tartufo all’ambasciata italiana a Bruxelles". "Visitando il territorio mi sono accorto che questi sono Sibillini Creativi – dichiara Salvatore De Meo – non li conoscevo, ma ho avuto modo di apprezzarli. Le nostre identità non possono essere disperse, avete un patrimonio da far crescere e tutti gli strumenti per farlo". "Da quando Diamanti a Tavola è partito abbiamo fatto tanta strada – sostiene il vice sindaco Pochini –.La manifestazione è entrata a far parte delle sei grandi città del Tartufo, inoltre lo chef Camaioni ci rappresenterà al Tartufo Award di Acqualagna".