Quotidiano Nazionale logo
17 gen 2022

Tragedia sui Sibillini, scivola sul sentiero innevato: muore escursionista

Amandola, la vittima è Maurizio Matteucci, 63 anni e residente a Civitanova. È stato soccorso e portato al rifugio, ma le lesioni sono state fatali

alessio carassai
Cronaca
featured image
Maurizio Matteucci, 63 anni, è morto sui Sibillini

Amandola (Fermo), 17 gennaio 2022 - Tragica domenica sui Sibillini. Un escursionista di 63 anni è scivolato lungo un sentiero innevato, mentre stava facendo una camminata da solo sul monte Amandola. Soccorso, è morto poco dopo. La vittima è Maurizio Matteucci 63 anni originario di Ascoli Piceno, ma residente a Civitanova Marche. Di professione imprenditore, gestiva una struttura ricettiva a Santa Vittoria in Matenano. È deceduto in seguito alle gravissime lesioni riportate. Erano le 15,30 di ieri quando è stato dato l’allarme ai soccorsi. Secondo una prima ricostruzione dei fatti sarebbero stati degli escursionisti che si trovavano nella zona di Campolungo a chiamare i soccorsi dopo aver sentito un grido squarciare il silenzio della montagna. In poco tempo sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i volontari del servizio ambulanza di Amandola e Comunanza, i vigili del fuoco con più mezzi provenienti sia dal distaccamento della città montana e in supporto da Fermo, gli uomini del Soccorso alpino di Amandola e i carabinieri delle stazioni di Amandola e Montefortino. Sul posto anche il capitano Massimo Canale della Compagnia di Montegiorgio.
 

Inizialmente era stato allertato anche l’elisoccorso, ma purtroppo il suo intervento non è stato necessario. I soccorritori hanno avviato le ricerche con l’aiuto dell’elicottero dei vigili del fuoco ma in poco tempo si è fatto buio e hanno preseguito solo via terra. La zona dove si trovava il 63enne è il sentiero 242 posto sul versante sud-est del monte Amandola che collega la zona di valle Caprina a Campolungo. Non è ancora chiara la dinamica dell’accaduto, ma sembra che l’escursionista sia scivolato lungo il sentiero, nonostante la zona non sia particolarmente scoscesa, forse a causa del ghiaccio. L’uomo ha proseguito la caduta per circa 80 metri. I soccorsi sono riusciti a raggiungerlo e dopo averlo assicurato, lo hanno trasferito a piedi fino al rifugio Amandola, dove ad attenderlo c’era il personale sanitario.
 

Purtroppo quando Matteucci ha raggiunto il rifugio le sue condizioni erano già critiche e, nonostante i tentativi, sono precipitate all’improvviso tanto che l’uomo è deceduto sul posto qualche minuto più tardi a seguito delle gravi lesioni riportate. Proprio ieri, tra l’altro, il sindaco di Montefortino Domenico Ciaffaroni, aveva invitato gli escursionisti che affollano la montagna con le belle giornate alla massima cautela nel percorrere i sentieri ghiacciati. "E’ stato un bel fine settimana sotto il profilo climatico – ha detto Ciaffaroni – molte persone sono arrivare per ammirare i Sibillini, ma sono proprio queste le occasioni in cui mi sento di invitare i visitatori alla massima attenzione. I sentieri con la neve sono molto belli, ma bisogna essere ben attrezzati e avere molta cautela".
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?