Fermana, finalmente c’è la fumata bianca

Il club gialloblù nella giornata di ieri ha comunicato di aver provveduto al pagamento degli emolumenti spettanti ai tesserati

Fermana, finalmente c’è la fumata bianca

Fermana, finalmente c’è la fumata bianca

Il comunicato ufficiale della società, forse il più atteso, arriva allo scoccare delle ore 18. Sei semplici righe che portano via i dubbi in merito alla possibile non presenza in D della Fermana. "La Fermana comunica che nella giornata di oggi ha provveduto ad assolvere al pagamento degli emolumenti dovuti ai tesserati, dipendenti ed ai collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati presso la competente Lega per le mensilità di marzo, aprile, maggio 2024. Un passaggio propedeutico al completamento della richiesta di iscrizione al prossimo campionato di serie D che è giunto alla data ultima di presentazione della domanda il prossimo 12 luglio alle ore 18 quale termine perentorio". Tradotto: i tesserati hanno ricevuto gli stipendi dei tre mesi indicati, quelli fondamentali per andare poi a completare l’iter per la domanda di iscrizione alla serie D che scade esattamente alle 18 di venerdì. Un passo essenziale, il primo di quelli formali che avvicinano la Fermana all’iscrizione al campionato. Per rendere tutto ufficiale restano due passaggi importanti, a livello economico. La fiduejussione di 31mila euro da depositare in Lnd e allo stesso tempo un assegno (o bonifico) pari a circa 21mila euro per le varie voci richieste come tassa di iscrizione sempre dalla Lega Dilettanti. Lo scoglio principale come facile intuire era quello degli emolumenti che saranno dunque ratificati al momento dell’iscrizione. Una volta presentate tutte le domande la Covisod darà il parere in merito alle domande presentate entro il 16 luglio e in quel momento si avrà la certezza di essere ufficialmente ai nastri di partenza della prossima serie D, dove comunque la Fermana (almeno per il momento, in attesa del ricorso già annunciato) si presenterà con un -2 in classifica per la penalizzazione ricevuta qualche settimana fa. E quella appena passata è stata una giornata di certo molto intensa nella sede di viale Trento con segreteria e dirigenza costantemente al lavoro dalla mattina al pomeriggio per ottemperare ai pagamenti. Burocraticamente non una situazione agevole, soprattutto se svolta in un lasso di tempo così ridotto ma portata a termine, come comunicato dalla stessa società. Tendenza al bello e ampie schiarite per quello che riguarda l’iscrizione (ripetiamo comunque ancora da formalizzare) ora si apre una fase nuova con ulteriori interrogativi. In primis la questione dello stralcio che va portata a termine ma per la quale occorreranno sicuramente ancora alcune settimane: aspetto cui è ovviamente legata la possibilità anche di allargare la base societaria a nuovi soci o nuovi investitori. Ma si apre anche il sipario sull’aspetto tecnico: da definire, ad iscrizione ultimata, i ruoli di direttore generale, direttore sportivo e allenatore. Da definire ovviamente il budget disponibile.

Roberto Cruciani