FABIO CASTORI
Cronaca

Finanza In un anno beccati 26 evasori totali

Festa per il 249esimo anno dalla nascita del Corpo. Il bilancio dell’attività: sotto sequestro 34mila prodotti contraffatti. Droga: 330 segnalati

Finanza In un anno beccati 26 evasori totali

Finanza In un anno beccati 26 evasori totali

di Fabio Castori

Nella caserma Tenente Livio Rivosecchi, sede del Comando provinciale, alla presenza delle massime autorità civili, religiose e militari della provincia, accolte dal comandante provinciale, il colonnello Massimiliano Bolognese, è stato celebrato il 249° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza. Alla cerimonia erano presenti tutti gli ufficiali nonché una rappresentanza del personale in servizio alla sede di Fermo. La celebrazione si è sviluppata attraverso la lettura del messaggio augurale del presidente della Repubblica, dell’ordine del giorno speciale del comandante generale della Guardia di Finanza e della preghiera del finanziere, nonché da un intervento del colonnello Bolognese che ha manifestato ai finanzieri di ogni ordine e grado operanti nella provincia il suo apprezzamento. La ricorrenza dell’anniversario è stata l’occasione per illustrare i risultati delle attività svolte dal Comando provinciale di Fermo nel 2022 e nei primi 5 mesi del 2023. Nel periodo in esame, nell’ambito delle attività a contrasto ai traffici di sostanze stupefacenti, la Guardia di Finanza di Fermo, nel corso di 446 interventi, anche grazie alle proprie unità cinofile, ha segnalato alla prefettura 330 soggetti per detenzione di sostanze illegali e denunciato 72 persone - di cui 7 arrestate - per spaccio di droga, sottoponendo a sequestro complessivamente 407 chilogrammi di sostanze stupefacenti, in prevalenza costituite da marijuana, hashish, cocaina ed eroina. Smantellate 2 piantagioni casalinghe di marijuana. Le Fiamme Gialle hanno eseguito oltre 1900 interventi ispettivi e 350 indagini per contrastare gli illeciti economico-finanziari e le infiltrazioni della criminalità nell’economia. Le attività investigative e di analisi sui crediti d’imposta - alcuni dei quali finanziati con il Pnrr - hanno permesso di constatare compensazioni e rimborsi non spettanti o inesistenti per 151.000 euro. Nel corso di 125 verifiche e controlli fiscali svolti nei confronti di esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo sono stati individuati 26 evasori totali, ossia soggetti sconosciuti al fisco, molti dei quali operanti nel comparto calzaturiero, che avevano occultato una base imponibile non dichiarata per oltre 30 milioni di euro e Iva evasa per 5,2 milioni di euro. I denunciati per reati tributari sono stati 33. Le proposte di sequestro, quale profitto dell’evasione e delle frodi fiscali, sono state di 2,4 milioni. In materia di reddito di cittadinanza sono stati eseguiti 47 controlli che hanno consentito di accertare contributi indebitamente percepiti per 333.000 euro e di denunciare 44 responsabili. Sono state denunciate 4 persone per condotte concussive e di peculato. Sul versante della tutela del mercato dei beni e dei servizi, nell’esecuzione di 18 interventi e di 2 deleghe dell’autorità giudiziaria sono stati denunciati 5 soggetti, 8 le persone segnalate ai fini amministrativi. A seguito di tali attività sono stati sottoposti a sequestro 34.107 prodotti contraffatti, con indicazione del Made in Italy, in violazione della normativa sul diritto d’autore, 20 chilogrammi di prodotti alimentari e 855 metri di filati.