Carabinieri in azione fuori provincia
Carabinieri in azione fuori provincia

Fermo, 15 gennaio 2020 - Inseguiti e intercettati a Cingoli i ladri che, da qualche giorno, avrebbero messo a segno una serie di furti a bar e tabaccherie del Fermano e del Maceratese. Un uomo, un fermano 47enne, è stato bloccato e denunciato, mentre altri due complici sono riusciti a fuggire. Ma è stata recuperata la refurtiva frutto di un colpo appena messo a segno a Montefiore di Recanati.

A individuare la banda sono stati i carabinieri del Nucleo investigativo di Fermo. I militari da alcuni giorni erano dietro al gruppo, che si spostava su due auto rubate a Jesi. L’altra notte hanno intercettato una di queste, una Fiat Panda, a Villa Torre di Cingoli. La pattuglia ha aspettato che i tre si muovessero, e dopo un po’ i ladri si sono diretti al negozio di alimentari e frutta situato a pianterreno lungo la via principale della borgata. Con un arnese, uno dei tre ha iniziato a forzare la porta d’ingresso, che ha un’intelaiatura in ferro e quattro parti a vetri. Poco prima che entrassero nel negozio però sono entrati in azione i carabinieri. Alla vista dei militari due ladri sono riusciti a darsela a gambe, infilando di corsa la discesa che dal negozio degrada lungo i campi e riuscendo a far perdere le tracce. Il terzo, un fermano di 47 anni, è stato fermato e portato in caserma, identificato e denunciato.

Il proprietario del negozio, ignaro dell’accaduto, è stato avvertito poi dai carabinieri di Appignano, intervenuti dopo i colleghi di Fermo. Intanto i due fuggiaschi sarebbero rimasti nelle vicinanze della frazione. Quando hanno ritenuto che ormai la zona fosse tranquilla, sono tornati nella frazione e hanno rubato una vecchia Mitsubishi: il proprietario l’aveva lasciata incustodita, pensando che mai nessuno l’avrebbe presa. Con quella, i due ladri si sono dati alla fuga.

Nella Panda, i carabinieri hanno trovato la refurtiva sparita da Recanati e un vecchio pc, su cui saranno fatte altre indagini. Nella stessa notte, la banda avrebbe tentato anche un furto al Gibson Cafè di Cingoli, senza riuscire nell’intento.
Il sospetto è che i tre siano gli autori dei furti messi a segno tra venerdì e sabato ai danni di bar e tabaccherie di Cingoli, Chiesanuova di Treia, Corridonia e Morrovalle.