FABIO CASTORI
Cronaca

Furto durante il trasloco a Fermo, le ruba 3mila euro e un orologio Cartier

Il ladro, 35 anni, è stato smascherato dalla polizia, che lo ha incastrato grazie ai sistemi di videosorveglianza. L'orologio, una volta piazzato sul mercato, avrebbe fruttato circa 4.000 euro

Il denaro trafugato dal ladro e recuperato dalla polizia

Il denaro trafugato dal ladro e recuperato dalla polizia

Fermo, 12 giugno 2024 - Approfittando del via vai, dovuto al trasloco in corso, le aveva rubato denaro contante e un orologio di Cartier. Il ladro, però, ha dovuto fare i conti con la polizia che ha identificato l’autore del colpo, ha recuperato la refurtiva e l’ha restituita alla legittima proprietaria.

Nei guai è finito un trentacinquenne di nazionalità algerina, già noto alle forze dell’ordine per precedenti analoghi, che è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Fermo per il reato di furto aggravato.

Il colpo era stato messo a segno nella tarda serata del 29 maggio a Porto Sant’Elpidio, all’interno di un’auto sulla quale la proprietaria stava collocando alcuni oggetti da traslocare in un’altra abitazione.

Il ladro, non nuovo a questo tipo di reati e già più volte denunciato dagli uomini della questura, approfittando di un momento di distrazione della conducente dell’autovettura, una donna fermana intenta a traslocare, si era avvicinato alla macchina e, durante l’andirivieni della proprietaria dal mezzo al magazzino, le aveva rubato una scatola che conteneva soldi contanti per un importo di 3.000 euro, nonché un prezioso orologio di famiglia, marca Cartier, del valore di 4.000 euro.

La malcapitata si era resa conto del furto solo la mattina seguente, quando nel riordinare gli oggetti riposti all’interno del locale, aveva cercato invano la scatola e l’orologio. Dopo la segnalazione alla questura erano scesi in campo gli investigatori della squadra mobile che avevano subito avviato una minuziosa indagine. L’immediata attività, basata sull’analisi incrociata delle immagini dei sistemi di videosorveglianza pubblici e privati presenti nella zona, ha premesso di risalire in breve tempo all’autore del furto. I poliziotti, inoltre, sono riusciti anche ad individuare il luogo dove i malviventi aveva nascosto la refurtiva, appena in tempo per recuperarla e restituirla alla legittima proprietaria, prima che questa fosse collocata sul mercato.