Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 gen 2022

Il Murri regge la quarta ondata Grinta: "In intensiva solo no vax"

Il direttore dell’Area Vasta 4: "Dobbiamo garantire anche assistenza e interventi ai pazienti non Covid, mantenendo la nostra operatività". Spinta sui vaccini, a gennaio quasi 40mila dosi

27 gen 2022
angelica malvatani
Cronaca
A. oggi si può contare su 4 posti letto di terapia intensiva per pazienti Covid e. 30 all’Uoc malattie infettive
A. oggi si può contare su 4 posti letto di terapia intensiva per pazienti Covid e. 30 all’Uoc malattie infettive
A. oggi si può contare su 4 posti letto di terapia intensiva per pazienti Covid e. 30 all’Uoc malattie infettive
A. oggi si può contare su 4 posti letto di terapia intensiva per pazienti Covid e. 30 all’Uoc malattie infettive
A. oggi si può contare su 4 posti letto di terapia intensiva per pazienti Covid e. 30 all’Uoc malattie infettive
A. oggi si può contare su 4 posti letto di terapia intensiva per pazienti Covid e. 30 all’Uoc malattie infettive

di Angelica Malvatani "Un piano pandemico che funziona e che permette di mantenere attivo l’ospedale di Fermo". Il direttore dell’Area Vasta 4, Roberto Grinta fa il punto della situazione e sottolinea che a oggi si può contare su 4 posti letto di terapia intensiva per pazienti Covid all’ospedale Murri, 30 posti all’Uoc malattie infettive e 18 posti letto di pazienti post Covid a Sant’Elpidio a Mare, 11 dei quali oggi occupati: "Il nuovo Piano pandemico presenta un punto di forza rispetto al precedente – spiega Grinta – in quanto permette di garantire a questo territorio tutte le attività sanitarie e socio sanitarie. L’area chirurgica prevede tre sedute operatorie giornaliere a cui se ne aggiunge una di urgenza chirurgica, sia per pazienti Covid negativi che Covid positivi. Se si confrontano i dati dell’attività chirurgica di gennaio 2021 verso gennaio 2022, il numero è aumentato del 50 per cento per un totale di 200 interventi di cui il 50 cento sono interventi principali". Grinta spiega che in questo momento il Pronto soccorso sta gestendo in maniera encomiabile l’accesso dei pazienti Covid: "Abbiamo superato un consistente picco di accessi Covid nei giorni scorsi. Nonostante questo, la struttura e il personale sono riusciti a garantire le regolari prestazioni, e laddove necessario, le ospedalizzazioni di tutti i pazienti non Covid. Per i Covid, quotidianamente riusciamo a trovare spazi di degenza per un numero di 8-10 positivi che necessitano di ospedalizzazione e vengono ricoverati al reparto di malattie infettive, o alle strutture di Campofilone e Sant’Elpidio a Mare. Qualora avessimo aperto un secondo reparto di medicina Covid, avremmo registrato grandi difficoltà a garantire le prestazioni ordinarie per tutte le altre patologie e comorbidità che necessitano di usufruire delle prestazioni sanitarie. L’ospedale Murri sta invece continuando ad agire in piena operatività". Il direttore ricorda che i pazienti in ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?