Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 giu 2022

"Il papà rivuole sua figlia, falle nel sistema"

L’avvocatessa Francesca Palma torna sul caso di Ali Krasniqi, scagionato dall’inchiesta, che sta lottando per poter riavere la figia Chiara

10 giu 2022

Sono passati più di due anni da quando Pavlina Mitkova, 38enne di origini bulgare, ha ucciso Jennifer, la figlioletta di 6 anni, soffocandola con un pelouche nella sua casa di Servigliano. Inizialmente gli investigatori non avevano escluso alcuna pista e, ipotizzando un presunto coinvolgimento del padre Ali Krasniqi, ex ufficiale dell’esercito kosovaro, avevano disposto il trasferimento di Chiara, la sorellina più piccola, in una casa protetta. Dopo qualche mese il papà è stato scagionato dai filmati delle telecamere, che hanno dimostrato come nel lasso di tempo in cui è stato consumato il delitto, lui non fosse in casa. Ora Krasniqi rivuole sua figlia, ma il tribunale minorile e l’assistente sociale temporeggiano senza spiegare ufficialmente il perché. Verbalmente il papà di Chiara si è sentito dire che si tratta di una questione burocratica: il giudice sostiene di essere in attesa della relazione dell’assistente sociale e quest’ultima afferma il contrario, ovvero di non aver ricevuto i documenti del magistrato. A tal proposito abbiamo intervistato l’avvocatessa Francesca Palma, delegato dell’Organismo congressuale forense del Distretto delle Marche e presidente dell’Unione Forense delle Marche. Avvocato Palma che idea si è fatta di questo caso? "Non conosco, documenti alla mano, il caso nello specifico, ma posso dire che in generale sono questioni che non dipendono spesso da una sola causa. L’obiettivo degli addetti ai lavori è di salvaguardare gli interessi del minore sotto tutti i punti di vista. Per poter giudicare il caso in concreto avrei bisogno di maggiori elementi. Sicuramente quello che posso affermare è che i tempi delle procedure del tribunale dei minori non sono brevi a causa della carenza di personale, carenze di strutture, carenze di welfare della famiglia". Quindi questo problema strutturale e di organigramma potrebbe aver ritardato anche la restituzione dei poteri genitoriali a Krasniqi? "Potrebbe essere, anche se, ripeto, dovremmo avere le carte ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?