La coppia scampata all'incendio in pieno centro
La coppia scampata all'incendio in pieno centro

Fermo, 8 settembre 2021 - È un attimo e tutto cambia. Basta una sera disgraziata, un momento, una scintilla e in poco tempo vanno in fumo nove anni di vita. È successo a Roberta e Adriano Piattoni, da quasi un decennio vivevano in una casa che amavano, nel cuore del centro storico, un vicolo di corso Cefalonia. L’altra sera erano per fortuna fuori di casa, col loro cane, quando la casa ha preso fuoco, le fiamme in pochissimo tempo hanno avvolto tutto fino a cancellare oggetti, ricordi, speranze. L’appartamento è stato subito giudicato inagibile, i vigili del fuoco sono accorsi in tempi rapidissimi ma purtroppo poco è stato recuperato. Una situazione che ha scosso tutti, in centro storico in tanti si sono stretti attorno alla famiglia Piattoni.
Roberta e Adriano hanno subito potuto contare sulla solidarietà della città, degli amici, dell’associazione Amici a 4 zampe che hanno contribuito a far nascere: "Anche il sindaco e l’amministrazione sono stati disponibili e attenti, abbiamo potuto contare sui vicini di casa, sugli amici di sempre e su semplici conoscenti. È una gara di solidarietà che davvero ci commuove – racconta Roberta – adesso però vorremmo ricominciare, ci proviamo almeno. Non vogliamo approfittare all’infinito di chi ci sta ospitando, non vogliamo essere di peso alle persone preziose che ci vogliono bene. Vogliamo rimetterci in cammino".

La coppia racconta nove anni di sacrifici per comprare i mobili, per arredare quella casa che li ha visti felici, oggi, a 52 anni, è faticoso pensare alla ripartenza: "Ci piacerebbe restare in centro storico, siamo stati sempre qui, ci sono i nostri punti di riferimento, le nostre abitudini. Solo che abbiamo esigenze precise, il figlio di Adriano, Diego, è disabile, è in carrozzina e abbiamo bisogno di una casa che possa essere accessibile per lui. Pensare di non avere più la possibilità di tenerlo con noi in questi giorni di passaggio di devasta. Vorremmo ricominciare da capo, ci proviamo almeno, ma dobbiamo per forza ripartire da un posto ammobiliato, che possa tornare ad essere nostro. È stata veramente una serata devastante per noi, la vita non è stata sempre semplice ma con l’impegno e facendoci forza ci siamo sempre rialzati. Stavolta è più difficile, siamo veramente provati, non finiremo mai di ringraziare tutti quelli che ci sono stati vicini. Fermo è una città dal cuore grande".