L'intervento della polizia (Foto Zeppilli)
L'intervento della polizia (Foto Zeppilli)

Porto San Giorgio (Fermo), 23 febbraio 2021 - Prima il lancio di bottiglie contro il muro e le auto, poi l’assalto all’autobus con lo spray al peperoncino. Non si placa la scia di violenza giovanile che ormai da tempo sta investendo la costa e soprattutto i pullman di linea. L’ultimo deprecabile episodio si è consumato nel tardo pomeriggio di oggi ai danni dei passeggeri e dell’autista dell’autobus della Steat, che percorre la tratta Porto San Giorgio- Lido Tre Archi. Protagonisti della scena da guerriglia urbana un gruppetto di giovanissimi quasi tutti minorenni.

Erano da poco passate le 19,30 quando uno dei due agenti della vigilanza privata in servizio sui pullman Steat, ha visto diversi ragazzi tutti di origini magrebine, che nei pressi della fermata dell’autobus a ridosso della stazione di Porto San Giorgio hanno iniziato a lanciare bottiglie di vetro contro il muro e contro le auto in sosta. Il vigilante ha subito allertato la polizia, ma nel frattempo quattro di loro sono saliti sull’autobus peer fare rientro nelle loro abitazioni di Lido Tre Archi. I due agenti privati, per non creare problemi agli utenti e al personale, hanno fatto finta di niente, in attesa dell’arrivo della polizia, ma due dei giovani nordafricani, hanno iniziato a spruzzare spray al peperoncino, che ha invaso l’intero abitacolo, tanto che, all’altezza di piazza Torino, l’autista ha dovuto fermare il mezzo per far scendere i passeggeri. Nel frattempo sul posto sono intervenuti gli uomini della questura, che hanno identificato i quattro giovani. Per loro scatterà la denuncia per interruzione di pubblico servizio e detenzione di oggetti atti ad offendere.