Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 giu 2022

Lo picchiamo e gli rubano il monopattino E’ stato identificato uno dei due aggressori

Svolta nelle indagini condotte dai carabinieri elpidiensi, un aiuto fondamentale è arrivato dalle immagini delle telecamere

24 giu 2022

Con la scusa di chiedergli qualche soldo l’avevano avvicinato, quindi l’avevano colpito al volto con un oggetto, l’avevano stordito e rapinato. Dopo un mese di serrate indagini gli uomini della stazione carabinieri di Porto Sant’Elpidio sono riusciti ad identificare uno dei due malviventi che, la sera del 22 maggio scorso, avevano sottratto con violenza ad un giovane il monopattino, il cellulare e 300 euro. Il ragazzo del posto stava percorrendo le vie del centro di Porto Sant’Elpidio alla guida del suo monopattino quando era stato avvicinato da due sconosciuti che gli avevano chiesto la somma di 20 euro. Il giovane si era rifiutato ed era stato così colpito al volto con un oggetto contundente che lo aveva fatto cadere a terra, tramortito. Poco dopo il ragazzo si era ripreso e, solo in quel frangente, si era accorto che i due aggressori gli avevano sottratto il monopattino, il cellulare a la somma in contante di 300 euro. Dopo due giorni e dopo essersi rimesso in sesto, si era presentato in caserma per denunciare l’accaduto. Da lì le indagini: gli investigatori dell’Arma si erano subito messi all’opera, ricercando eventuali testimoni e acquisendo i filmati registrati dalle telecamere di videosorveglianza della zona. E proprio dalla visione delle immagini di una telecamera, e grazie anche alla capillare conoscenza del sottobosco microcriminale che gravita nel territorio, i militari dell’Arma sono riusciti a risalire ad uno dei responsabili. Si tratta di un uomo di 37 anni di origini magrebine ma residente a Fermo. Il rapinatore è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Fermo per rapina aggravata e lesioni personali, in concorso. Le investigazioni, ovviamente, proseguono a tutto campo per giungere anche all’identificazione del secondo rapinatore che avrebbe già le ore contate.

Fabio Castori

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?