Luigi Conti
Luigi Conti

Fermo, 30 settembre 2021 - Si è spento dopo una lunga malattia l’arcivescovo emerito Luigi Conti, una figura amata e rispettata a Fermo dove è stato arcivescovo dal 2006 al 2017, quando ha lasciato il posto all'attuale arcivescovo Rocco Pennacchio. Conti è morto in ospedale, dove era ricoverato da qualche giorno in rianimazione in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni.

Era nato il 30 maggio 1941 a Urbania, ordinato presbitero nel 1965, parroco a Roma, nel quartiere Prenestino. Dal 1988 al 1996 è stato Rettore del Pontificio seminario romano maggiore. Nel 1996 è stato ordinato vescovo per la diocesi di Macerata, prima di spostarsi a Fermo dove ha vissuto i suoi anni con grazia, riservatezza, con la silenziosa vicinanza agli ultimi.

Era una figura rispettata e ammirata, profondo conoscitore di filosofia e teologia, sapeva coinvolgere in conversazioni di altissimo livello chiunque incontrasse. L’arcidiocesi di Fermo ha annunciato poco fa sul sito ufficiale la salita al cielo di Monsignor Conti, la preghiera per lui ci sarà sabato mattina, alle 10, in Cattedrale, per un ultimo saluto che sarà carico di commozione, dentro una pagina di storia fermana che se ne va col vescovo.