Un’udienza nel tribunale di Fermo (foto Zeppilli)
Un’udienza nel tribunale di Fermo (foto Zeppilli)

Fermo, 28 novembre 2018 - Era in un corridoio del tribunale in attesa di essere chiamato dal giudice per una testimonianza, quando si è accasciato a terra sotto gli occhi attoniti di avvocati, giudici e impiegati presenti. Il dramma si è consumato ieri mattina e a lottare tra la vita e la morte per un infarto è P.G., un maresciallo dei carabinieri in congedo di 61 anni, residente a Falerone, per anni al comando della stazione di Monterubbiano.

Erano da poco passate le 9,30 quando il militare si è sentito male. Un’impiegata, dopo i primi soccorsi, ha subito lanciato l’allarme. Sul posto sono tempestivamente intervenuti i sanitari del 118 e della Croce Azzurra di Porto San Giorgio, che sono riusciti a rianimare il 61enne in arresto cardiaco per poi trasportarlo al pronto soccorso. Qui i medici lo hanno stabilizzato, ma le sue condizioni sono restate disperate, tanto che è stato disposto il trasferimento nel reparto di rianimazione del «Mazzoni» di Ascoli, dove si trova attualmente in coma farmacologico. I medici hanno preferito non pronunciarsi sul decorso dell’infarto, solo nelle prossime ore si potrà capire come reagirà il fisico del 61enne.

f. c.