Fermo, 14 giugno 2018 - Come ogni anno gli studenti delle scuole superiori di tutta Italia si apprestano ad affrontare il tanto temuto esame di maturità. Per quanto riguarda la città di Fermo, gli studenti impegnati in tale prova sono ben 864 ripartiti tra le varie scuole del territorio. In particolare spiccano i licei (Annibal Caro tra Classico 73 e Scienze Umane 98 su 99 per un totale di 171 studenti, Temistocle Calzecchi Onesti con 154, Ugo Preziotti con tutti i suoi 66 maturandi), per la totale assenza di non ammessi agli esami.

Bene anche gli istituti tecnici e in particolare i 183 studenti dell’Itet e i 195 dell’Itis che non superano la soglia dei 7 bocciati. Migliora la situazione dell’Ipsia Ostilio Ricci che, rispetto agli scorsi anni, vede decrescere il numero dei bocciati e su circa un centinaio di studenti vede ammessi all’esame 95 studenti. A una settimana dall’inizio dell’esame (la prima prova di italiano si svolgerà il 20 giugno) gli studenti si chiedono quale autore possa essere scelto dopo il tanto chiacchierato Caproni, autore protagonista della prova dello scorso anno.

La seconda prova di indirizzo che si svolgerà il 21 giugno, vedrà gli studenti del Classico alle prese con una versione di un autore greco, quelli dello Scientifico con matematica, quelli delle Scienze umane con Scienze umane, quelli del Linguistico con una lingua straniera e quelli della Ragioneria con economia aziendale. Per quanto riguarda il polifunzionale istituto tecnico la prova verterà su estimo, marketing e legislazione per l’Agrario, meccanica, macchine ed energia per meccanica, sistemi e reti per informatica, scienze della navigazione, struttura e costruzione del mezzo per indirizzo trasporti e logistica, tecnologia e progettazione di sistema elettrici per indirizzo elettrico.

Infine grande attesa per la tanto temuta terza prova del 25 giugno, che verrà formulata dai commissari dei rispettivi istituti e licei e verterà sugli argomenti principali di ogni materia.

Tornando agli aspiranti maturi, a livello regionale sono 13.694 i ‘maturandi’ delle scuole delle Marche. Rispetto al 2017 (rende noto l’Ufficio scolastico regionale) ci sono circa 600 interni in più e una lieve flessione dei privatisti. Il maggior numero di candidati è nella provincia di Ancona, con oltre 4mila ragazze e ragazzi (3.979 interni e 103 esterni) che affronteranno le prove dell’esame di Stato. Sono 678 le classi complessivamente coinvolte, tra istituti statali e paritari, in tutta la regione, e 341 le commissioni operanti; 337 i presidenti e 1.168 i commissari nominati dal sistema informativo del Ministero alla data del 4 giugno scorso.