Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
31 lug 2022

Maxi rissa tra gruppi di giovani, in 20 scatenano il panico Tanti scappano, altri presi

31 lug 2022

Ci risiamo: torna la stagione calda e con essa la movida violenta. Ieri notte è successo di nuovo, come spesso accadeva la scorsa estate. Gruppetti di giovanissimi, per lo più ubriachi, si incrociano, vola qualche parola e finisce in rissa. Così è andata anche ieri notte quando sul lungomare centro una ventina di ragazzi hanno dato vita ad un violento scontro a calci e pugni. Ad affrontarsi sono stati due gruppi di giovani, uno del posto e l’altro proveniente dalla provincia di Roma.

Ad accendere la miccia sarebbero stati dei pesanti apprezzamenti fatti su un paio di ragazze che stavano passeggiando insieme ai loro amici. Da qui le parole grosse, gli insulti ed infine la maxi rissa in strada. "Se le sono date di santa ragione senza che nessuno li fermasse – racconta un uomo che stava passeggiando poco distante – sembravano indemoniati. Bestemmiavano, lanciavano insulti di ogni genere, ma soprattutto si picchiavano in modo estremamente violento. Mia moglie si è spaventata ed ha subito lanciato l’allarme al 112".

Sul posto sono intervenuti in massa i carabinieri con cinque pattuglie e due della polizia e della Guardia di Finanza. All’arrivo delle forze dell’ordine, giunte sul luogo della rissa a sirene spiegate, è stato il fuggi fuggi generale. Nonostante ciò, alcuni dei protagonisti, sono stati fermati ed identificati. Per loro, una volta accertato il coinvolgimento nella rissa, scatterà la denuncia a piede libero alla Procura di Fermo. Per i componenti dei due gruppi rimasti sul posto, qualche livido e qualche occhio nero, ma nulla di grave.

Sulla vicenda indagano i carabinieri che hanno acquisito i filmati dei sistemi di sorveglianza pubblici e privati. I militari dell’Arma stanno analizzando ogni fotogramma per ricostruire la dinamica della rissa e per identificare tutti i partecipanti. Fabio Castori

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?