Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
5 lug 2022

Mercatino del giovedì con ben 186 espositori

Una tradizione che si rinnova da quaranta anni senza perdere smalto. Lo confermano i numeri con 32 nuove adesioni rispetto a dodici mesi fa

5 lug 2022
Mercatino del giovedì a Fermo, una tradizione che si rinnova da 40 anni: l’edizione 2022 è stata presentata ieri attina La presidente del comitato organizzatore, Daniela Del Bigio: «E’ con vera emozione che torniamo. in un contesto magico e sempre unico»
Mercatino del giovedì a Fermo, una tradizione che si rinnova da 40 anni: l’edizione 2022 è stata presentata ieri attina La presidente del comitato organizzatore, Daniela Del Bigio: «E’ con vera emozione che torniamo. in un contesto magico e sempre unico»
Mercatino del giovedì a Fermo, una tradizione che si rinnova da 40 anni: l’edizione 2022 è stata presentata ieri attina La presidente del comitato organizzatore, Daniela Del Bigio: «E’ con vera emozione che torniamo. in un contesto magico e sempre unico»
Mercatino del giovedì a Fermo, una tradizione che si rinnova da 40 anni: l’edizione 2022 è stata presentata ieri attina La presidente del comitato organizzatore, Daniela Del Bigio: «E’ con vera emozione che torniamo. in un contesto magico e sempre unico»
Mercatino del giovedì a Fermo, una tradizione che si rinnova da 40 anni: l’edizione 2022 è stata presentata ieri attina La presidente del comitato organizzatore, Daniela Del Bigio: «E’ con vera emozione che torniamo. in un contesto magico e sempre unico»
Mercatino del giovedì a Fermo, una tradizione che si rinnova da 40 anni: l’edizione 2022 è stata presentata ieri attina La presidente del comitato organizzatore, Daniela Del Bigio: «E’ con vera emozione che torniamo. in un contesto magico e sempre unico»

Non tutti i mercatini sono uguali. E di sicuro è diverso da tutti il mercatino del giovedì a Fermo, una tradizione che si rinnova da 40 anni senza perdere smalto. Tornano ad essere 186 gli espositori, rispetto allo scorso anno ce ne sono 32 di nuovi, per una tradizione sempre viva e piena di magia, come spiega la presidente del comitato organizzatore, Daniela Del Bigio: "E’ con vera emozione che torniamo anche quest’anno, in un contesto magico e sempre unico, con la collaborazione di tantissime realtà, associazioni, volontari, semplici appassionati della città. I nostri primi 40 anni sono sicuramente un traguardo importante, è una storia fatta di un’organizzazione ottimale, di una stretta collaborazione con l’amministrazione, di tanti sponsor che ci sostengono. A noi non interessa guadagnare su questo evento, ci spinge solo la voglia di fare bene". Come sempre musei aperti fino a sera, la biblioteca comunale è assoluta protagonista, come spiega la direttrice Maria Chiara Leonori: "Oltre alla possibilità di passeggiare sulla balconata della biblioteca, una opportunità sempre molto gradita da turisti e fermani, torniamo ad aprire il nostro archivio con una mostra di stampe e disegni dedicata alle scene di mercatura, con opere anche importanti e molto antiche. E poi, la biblioteca ragazzi sarà aperta per i laboratori con i piccoli e per le letture animate, dunque noi ci siamo e come sempre con il massimo degli sforzi". Una mostra fotografica l’ha allestita anche il Fotocineclub di Fermo, con 67 scatti dedicati proprio al mercatino, esposti al primo piano di palazzo dei priori a partire dal 21 luglio. Alla sala della Quadreria, sempre di Palazzo dei Priori, esposte circa 450 cartoline dedicate a Fermo, risalenti al periodo che va dal 1899 al 1949, dal 4 agosto all’8 settembre. Il sindaco Paolo Calcinaro e l’assessore alla cultura Micol Lanzidei si dicono emozionati, nel tagliare il nastro ad una nuova edizione dell’evento che di fatto apre l’estate fermana. Il direttore del mercatino, Bibi Iacopini, è il regista della manifestazione, capace di tirare i fili di una macchina imponente: "In totale avremo mille e 800 metri quadrati di merce esposta. Devo dire che tornano tutti gli espositori e molti arrivano conquistati dalla fama di qualità e di attenzione che ci portiamo dietro. Arrivano da ogni angolo delle Marche, dal fermano sono circa 50, e poi da tutta Italia e qualcuno anche da fuori. Ci sono cinque spazi per il mercatino etnico, otto per le associazioni di volontariato, la bella notizia è che avremo un giovedì in più, a settembre, chiuderemo l’8". L’Asite curerà il servizio pulizia in tempo reale, con un addetto presente dalle 18 alle 23. Resterà aperto Palazzo Erioni Falconi, con installazioni d’arte, l’Archivio di Stato, dalle 17 alle 19, l’oratorio di Santa Monica. William Timi terrà laboratori artistici nel suo studio di fronte alla chiesa di San Domenico. La musica trova casa a Piazzale Azzolino, con un duo chitarra e voce, lungo via Veneto, con la radio Stazione41, lungo corso Cefalonia con la flautista ucraina Olena Kocherga. La Steat ha organizzato corse speciali dai campeggi di Marina Palmense, per portare in centro i turisti e rinnovare la magia di ogni anno, al mercatino del giovedì.

Angelica Malvatani

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?